Anche io credevo fosse amore

Valentina Pitzalis è una donna coraggiosa, e il suo coraggio lo mette al servizio delle tante (troppe) donne che come lei hanno visto l’amore trasformarsi in odio feroce. Con il suo volto devastato dal cherosene che il marito le ha lanciato addosso per poi darle fuoco (morendo lui stesso tra le fiamme), Valentina è la testimonial dello spot “Anche io credevo fosse amore” voluto dall’associazione Fare x bene onlus per raccogliere fondi per progetti di accoglienza, assistenza e consulenza legale e psicologica alle vittime di abusi e violenze e al progetto Di Pari Passo, percorso di educazione all’affettività e alle differenze di genere, contro ogni forma di discriminazione, bullismo e cyber bullismo nelle scuole secondarie in tutta Italia. Con Valentina si sono messi in gioco il regista Federico Brugia, grande nome della moda e della pubblicità, la top model Eva Riccobono e grandi marchi di moda che hanno contribuito a creare questo piccolo film che dalle immagini patinate della “donna perfetta”  dell’immaginario “malato” di molti uomini scivola nell’incubo. Abbiamo scelto questa campagna per riproporvi altri video importanti che nelle ultime settimane hanno tentato di sensibilizzare su violenza e femminicidio nel tentativo di cambiare la società

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.