Black Lounge Bar – Nel rione più “nero” di Bari un locale gestito solo da donne di colore

Il Black Lounge Bar è un locale che conta ormai due sedi. Nasce dall’idea di un 53enne barese, l’avv. Vito Gesuito, nel 2012. La particolarità di questo bar è la gestione: ci lavorano solo donne di colore. In più, in quello che a Bari è il quartiere più black, Libertà. In tutto otto donne di provenienza diversa: Costa D’Avorio, Etiopia, Nigeria, Marocco e Cuba.

Un progetto forse nato pensando a sua moglie Giusy, una donna ivoriana. Giunta in Italia per studiare Giurisprudenza a Bari, per poi abbandonare gli studi per il lavoro. Baby sitter in una casa che si trovava vicina allo studio di Vito, è così che ha conosciuto il suo attuale marito.

Il fine è quello di aiutare l’integrazione dei tanti stranieri che vivono nel quartiere. Offrire ad alcuni di loro un lavoro regolare. Agli altri un luogo dove passare il tempo libero, sentendosi a “casa”. Gli immigrati, infatti, possono recarvisi e farsi servire, chiacchierando con qualcuno che ha la loro stessa origine.

(FOTO DI GENNARO GARGIULO)

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.