BLUEDESK – Un luogo della cultura da salvare

BLUE DESK è una delle associazioni pulsanti del paese: cinema, documentari, teatro, progetti nelle scuole, avanguardia sui temi sociali, laicità, grandi eventi gratuiti. Ha realizzato retrospettive sui più grandi cineasti contemporanei, ha prodotto alcuni dei più significativi documentari e spettacoli teatrali degli ultimi anni, ha fatto da battistrada raccontando i tanti nervi scoperti della società e dato risposte concrete ai vuoti delle istituzioni.

E’ una realtà dinamica che lavora dal 2008 in tutta Italia e che fa progetti anche all’estero, ma che ha le fondamenta a Roma, in un piccolo luogo ‘magico’ dove dal 2013 si sostiene il cinema-documentario attraverso proiezioni ed incontri con gli autori, dove suonano musicisti di grande livello, dove vanno in scena libri e performance, dove nascono le idee ed il coraggio per intraprendere sfide impari ( come solo i progetti culturali sanno essere…).

Un luogo che ora rischia ora di chiudere per la burocrazia dell’ente che ne gestisce la proprietà: chiedono all’associazione gli affitti non pagati dai precedenti locatari, 15.000 euro.
Più di un anno di tavoli con gli avvocati e trattative sfiancanti non sono serviti a farli desistere da questa pretesa assurda ed irragionevole.

“Alla fine di questa estate stavamo per mollare, ma con un colpo di reni abbiamo deciso che non potevamo. Che mollare avrebbe significato ‘mollate tutti’. Ancora una volta abbiamo raccolto le forze e ci siamo messi a lavoro per creare un grande movimento, di artisti, di amici, di spettatori… per non cedere all’onda burocratica che sta affossando tutti gli sforzi culturali del paese.

Con #mydeskisblue abbiamo lanciato una campagna di visibilità per difendere il nostro lavoro, supportati dai tanti artisti che hanno condiviso con noi 10 anni di storia.

Il primo a metterci la faccia è stato uno dei più grandi registi viventi, il grande Ken Loach, con cui siamo in contatto da quando, nel 2008, lo intervistammo per un documentario sulle battaglie dei lavoratori. Da allora il filo con lui non si è mai interrotto e nel 2015 abbiamo organizzato alla Casa del Cinema di Roma un’intera settimana gratuita attorno al suo cinema.

Insieme alla sua sono cominciate ad arrivare le foto di tutti gli altri con cui abbiamo lavorato e con cui lavoriamo ancora. Dal regista de ‘Il grande silenzio’ Philip Groening alle Pussy Riot, dal regista Silvano Agosti all’Orchestra di Piazza Vittorio, dal portavoce di Amnesty Riccardo Nouri alla sceneggiatrice Doriana Leondeff, da Massimiliano Bruno alla montatrice Francecsa Calvelli e tanti tanti altri…

In questi giorni siamo a Venezia accolti dalle Giornate degli Autori dove stanno aderendo tutte le associazioni di categoria e tanti altri artisti. Questa settimana partiamo ora con una serie di eventi a Roma per diffondere la campagna e per farci conoscere da chi ancora non ci conosce.

L’8 Settembre all’Isola del cinema siamo stati invitati dal V Municipio a presentare un bellissimo mediometraggio realizzato con degli studenti ‘Centocelle Stories’ … Il 24 Settembre gli amici di Casetta Rossa a Garbatella hanno organizzato una cena di sostegno, il 26 al Teatro Quarticciolo abbiamo organizzato una proiezione in piazza de ‘Il Gobbo’ di C. Lizzani ed abbiamo invitato Massimiliano Bruno ad aprire la serata raccontando la sua esperienza di regista nel quartiere.

Pubblicheremo una foto al giorno, per tutto il periodo del crowdfunding, degli artisti che stanno mettendo la faccia nella nostra campagna, raccontando in breve quale rapporto e quale progetto ci ha legato ad ognuno di loro.

E TU, CI METTI LA FACCIA e/o LA TASCA?

Seguici sui social. Scattati una foto con la scritta #MYDESKISBLUE , pubblicala sulle tue bacheche insieme al link di produzionidalbasso e poi inviala anche a noi: info@bluedesk.it, la inseriremo sulla wall del nostro sito. Contribuisci con quello che vuoi al nostro crowdfunding, se quello che puoi è anche solo dedicargli un tempo per ampliarne la visibilità sarà quello il tuo contributo economico…

Per partecipare al crowdfunding: https://www.produzionidalbasso.com/project/blue-desk-un-luogo-della-cultura-da-salvare/

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.