CAMBIA(LA)! – Campagna di comunicazione contro gli stereotipi di genere

CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE CONTRO GLI STEREOTIPI DI GENERE

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE C1 – ANNUALITÀ 2013/2010

“IL CANTIERE DELLA CITTADINANZA”

Tutor: Maria Irene Amato

Esperti: Donatella Sparapano e Gianluca Sciannameo

Dirigente: Scolastico Sante Sabatiello

Presentazione

La campagna “Contro gli stereotipi di genere”, rappresenta il prodotto finale del PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE “COMPETENZE PER LO SVILUPPO” ANNUALITA’ 2013/2014 IL CANTIERE DELLA CITTADINANZA.

Punto di partenza è stato comprendere cosa sia la comunicazione sociale, a che cosa serva e come possa diventare efficace strumento di cittadinanza attiva.

È seguita una fase di discussione ed analisi per individuare il tema del progetto di comunicazione.

Iniziando dal vissuto adolescenziale, l’analisi ha tenuto conto in modo particolare degli stereotipi in uso tra i ragazzi: “una ragazza che mette la minigonna si deve vergognare….. se la va a cercare ……se viene molestata…se viene lasciata… se rimane incinta”.

Si sono esaminati, poi, alcuni condizionamenti derivanti dai media che omologano e riducono la visione della donna a “madre e moglie tutta pulizie e fornelli” o “seduttrice e aspirante miss“ e anche delle bambine “usate” per reclamizzare i prodotti più vari. Molti sono stati gli stereotipi rinvenuti nel tempo, alcuni modificati altri che purtroppo persistono. I programmi televisivi in particolare, ma anche la pubblicità e i media in genere, disegnano un modello femminile che umilia la donna. La domanda, a questo punto, è stata: dunque, tutte le donne si identificano nello stereotipo di “donna/barbie”? Si è cercato, allora, di esprimere una nuova “idea di DONNA”! In questa fase si è lavorato in sottogruppi e, con il supporto degli esperti, si è elaborata e realizzata la campagna di comunicazione di contrasto agli stereotipi sessisti, per l’autodeterminazione femminile e la parità di genere.

Obiettivi

La campagna di sensibilizzazione intende convincere il target di riferimento che è possibile:

• rifiutare gli stereotipi che alle donne vengono imposti sin da bambine;

• proporre dei modelli alternativi valorizzandone le qualità autentiche;

• rendere i giovani consapevoli del proprio essere ;

• cambiare la società cominciando da noi stessi.

Target

Destinatari della campagna sono la popolazione nel suo complesso e in modo specifico le ragazze ed i ragazzi che possono guardare in maniera critica a quello che viene proposto dai media.

Contenuto

La campagna “Contro gli stereotipi di genere”, prevede undici manifesti e uno spot.

I manifesti hanno per protagoniste le ragazze che propongono in chiave ironica delle “miss alternative”.

Lo scopo è di valorizzarne le qualità autentiche in contrasto agli stereotipi sessisti .

Anche lo spot ha come protagoniste delle ragazze “costrette ad indossare” gli stereotipi del genere femminile proposti continuamente dalla TV .

Loro, però, non ci stanno.

Strumenti

Lo spot e i manifesti saranno pubblicati sul sito web dell’Istituto.

Sarà realizzato un DVD che sarà diffuso sul territorio.

Saranno pubblicati sul social network comunicareilsociale.it

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.