Campagna "114 — Emergenza Minori"

http://www.pupia.tv – Campagna "114 – E’ on air la campagna di informazione e sensibilizzazione per promuovere il "114 Emergenza Minori", il numero di emergenza gratuito, messo a disposizione dal Dipartimento per le Pari Opportunità, al quale rivolgersi per segnalare situazioni di emergenza e pericolo che coinvolgono bambini e adolescenti.Attivo tutto l’anno, 24 ore su 24, il servizio gestito da Telefono Azzurro è uno strumento concreto costituito per fronteggiare le situazioni di emergenza e per combattere ogni forma di violenza nei confronti dei minori. Chiamare il 114 è il primo passo per porre un freno alle violenze e alle altre forme di comportamento a rischio, dai fenomeni di bullismo ai maltrattamenti familiari, per ottenere un intervento immediato nelle situazioni di emergenza.Gli obiettivi della campagna sono molteplici: far conoscere ai cittadini il numero; posizionare il 114 come punto di riferimento e di primo contatto per il pronto intervento nelle situazioni di disagio che coinvolgono i minori; stimolare le vittime a denunciare la propria condizione.La campagna vuole sensibilizzare ed informare il pubblico sul fatto che i fenomeni di violenza quotidiani sono sempre più frequenti e spesso non ce ne rendiamo conto rischiando di ignorarli. L’obiettivo strategico è aiutare le persone a leggere segni di disagio apparentemente invisibili, ma profondi e indelebili. Una comunicazione diretta con una mission concreta: sensibilizzare ed esortare chi è vittima o testimone di violenza a chiedere aiuto e denunciare. Il 114 è la linea telefonica di pronto intervento dedicata ai minori esposti a situazioni di pericolo.Da qui il claim della campagna: 114, la linea che divide i minori dalla violenza.Una campagna di forte impatto emotivo che mette in scena gli stati d’animo delle vittime evidenziandone atteggiamenti di disagio, espressivi e corporei, poco percepibili a un occhio non attento.Lo Spot TV vede come protagonisti ragazzi di differenti fasce di età, in coerenza con il servizio svolto dal 114 che abbraccia l’intera fascia dei minori e non solo i più piccoli. Le espressioni dei primi piani sono affiancate da super che ne illustrano le tematiche: pedofilia, violenza domestica, sfruttamento, violenza sessuale, adescamento, autolesionismo. Il film chiude con l’invito a rivolgersi al 114, la linea che divide i minori dalla violenza. Solo dopo l’intervento del 114 il volto dell’ultimo ragazzo s’illumina e si apre ad un sorriso rassicurante.La Stampa è una multisoggetto. Gli annunci mostrano due metà del viso della stessa bambina e dello stesso adolescente con espressioni opposte: tesa sulla sinistra, serena sulla destra. In mezzo, come elemento risolutivo, la linea del 114.La Radio riprende il concetto della linea che separa i minori dalla violenza: un professore illustra uno schema che divide i problemi dalle soluzioni, la violenza dalla serenità. A metà, ancora una volta, viene tracciata la linea netta del 114, a rimarcare la forza del servizio offerto dal Dipartimento per le Pari Opportunità.Fonte: Dipartimento per le Pari Opportunità (21.09.12)

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.