COLORSTONE

Principi Attivi. Opuntia.Lab, l’associazione di comunicazione e design, espone alla mostra “IL CONFINE…OLTRE” con l’opera “Colorstone”.

Il gruppo, vincitore del bando “Giovani idee per una Puglia migliore”, all’evento che inaugura il nuovo Centro di salute mentale di Bari, in via Podgora 71. In mostra dal 19 al 30 dicembre 2011.

Per l’inaugurazione del Centro di salute mentale di Bari, il giorno 19 dicembre 2011, in via Podgora 71, Opuntia lab partecipa con un nuovo progetto intitolato “Colorstone”, una realizzazione artistica e ludica, fatta di scarti di pietra. Per il nuovo presidio sanitario, è stata allestita una mostra intitolata “IL CONFINE…OLTRE”, aperta dal 19 al 30 dicembre. E “Colorstone”, del gruppo Opuntia.Lab, è arte, ma al tempo stesso “terapia per la mente, perché con esso si interagisce, ci si relaziona, col tatto, con la vista. E’ fatto di colori – spiega il rappresentante del gruppo -: giallo, rosso e arancione. Secondo i principi della cromoterapia, sono i colori che fanno bene alla mente, all’intelletto. Con «Colorstone» abbiamo voluto, secondo il nostro principio di recupero della pietra, adoperare un materiale pesante per dimostrare le sue potenzialità d’uso, anche per scopi ludici”.

Colorstone è fatto di prismi in pietra, disposti su tappeti colorati, in cui cercare di far centro e segnare più punti possibili. I blocchi lapidei sono cavi e di diverse dimensioni. Ad essi sono assegnati punteggi differenti, dal più grande al più piccolo: 20, 50 e 100 punti. Da una distanza di un metro i giocatori, bimbi e adulti, si cimenteranno nel lancio di palline con l’unico obiettivo di centrare i bersagli. Si tratta di un utilizzo diverso della pietra. Concentrazione, attenzione alle forme e ai colori: ai più piccoli (e non solo) è richiesto questo. Per uno sviluppo delle capacità sensoriali: vista, tatto, udito. Ai canestri di più piccoli sono assegnati i punteggi più alti (100 punti), pertanto i giocatori dovranno impegnarsi a centrare proprio quelli per conseguire più punti e vincere. Quindi, è richiesto loro l’impegno sulla forma e sull’aspetto cromatico delle sagome.

L’utilizzo dei colori consente di stimolare e influenzare positivamente le azioni e gli stati emotivi. Perché il colore è una forma di energia, attivo a tutti i livelli del nostro essere: fisico, mentale, emozionale e spirituale. Colorstone è un’idea di Opuntia.Lab che, con il progetto Opuntia.Lithos, realizza oggetti di design, utilizzando gli scarti di pietra. Un concetto, quello del riciclo, che può abbracciare diverse progettualità. Come in questo caso, l’idea di un gioco con finalità didattico-educative. Colorstone è realizzato dall’azienda di lavorazione della pietra “Musicco Stone” di Trani (BAT).

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.