CON IL CUORE FERMO, SICILIA

“Non so da cosa nascesse questo mio amore per il sud, probabilmente dai tanti viaggi fatti, nei quali mi sono sempre sentito a mio agio, al contrario che al nord. Il sud mi si è subito aperto come un libro appassionante e ancora poco letto, e poi c’erano i contenuti, i drammi, il divario tra nord e sud … ogni volta che ci tornavo, era come se io stesso mi sentissi colpevole di questo divario”

G. Mingozzi

"Con il cuore fermo, Sicilia", documentario di G. Mingozzi, sarà proiettato il 20 luglio nella rassegna "Ignoti alla città" Mola di Bari, una serata in collaborazione con la Cooperativa "I Bambini di Truffaut" e l’Associazione Nazionale Magistrati

Sarà ospite il magistrato GIAN CARLO CASELLI.

"Con il cuore fermo, Sicilia" è un’inchiesta nata da un’idea di Cesare Zavattini, con un efficace commento di Leonardo Sciascia, analizza in profondità i problemi della Sicilia, l’arretratezza economica e culturale, l’analfabetismo, le condizioni di lavoro insostenibili, i fanatismi millenari, la violenza mafiosa. Il fenomeno della mafia, che è il maggiore ostacolo allo sviluppo della regione, analizzato nelle sue ragioni politico-sociali, è visualizzato con una sequenza di scatti fotografici e la ripresa dal vero di fatti delittuosi che hanno segnato la vita di queste terre: l’uccisione sistematica dei sindacalisti, il regolamento dei conti tra mafiosi, le sanguinose faide familiari.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.