Conosc-endo-ci: gruppo di ascolto attivo per donne affette da endometriosi

L’A.P.E. Onlus (Associazione Progetto Endometriosi) è un gruppo di donne affette da endometriosi che si basa sul reciproco sostegno, conforto e aiuto che da anni si impegna in un’importante campagna di sensibilizzazione sull’endometriosi, malattia cronica e dolorosa che affligge in Italia oltre 3 milioni di donne in età fertile e nel mondo circa 150 milioni.

In data odierna, mercoledì 28 gennaio 2015, dalle 18.00 alle 20.00, presso il Centro Diagnostico Amalthea in V.le Marche 27 a Lecce, si terrà un incontro con la Dr.ssa Valeria Pace, psicologa, dal titolo “Consc-endo-ci”, organizzato proprio dall’A.P.E Onlus per portare avanti l’informazione e il suo sostegno alle donne.
Si tratta del primo giorno di un percorso profondo di conoscenza e consapevolezza della vita con la malattia, uno spazio unico per parlare delle proprie emozioni e dei propri vissuti attraverso il confronto col gruppo. In questo primo incontro si potrà lavorare sulla costruzione del gruppo e sulla condivisione delle prime esperienze. Reazione alla diagnosi, femminilità, vita di coppia, maternità, sono solo alcuni dei temi che si affronteranno.
Il gruppo di sostegno è a numero chiuso, pertanto l’iscrizione è obbligatoria inviando un email a: lecce@apeonlus.com.

A.P.E. ONLUS è un’associazione senza scopo di lucro che nasce nell’ottobre del 2005 su iniziativa di un gruppo di donne, con esperienza di endometriosi vissuta sulla propria pelle o con storie di volontariato attivo in altre realtà. Dal 6 aprile la presidente è Annalisa Frassineti, del gruppo Forlì – Cesena – Ravenna. L’obiettivo principale di A.P.E. Onlus è quello di diramare notizie e informazioni sulla malattia così diffusa, ma così poco conosciuta e di cui gli stessi specialisti sovente sottovalutano le diverse implicazioni, oltre a quello di creare una rete di collegamento con altre associazioni per ottenere diritti e riconoscimento da parte delle strutture pubbliche e della legislazione per campagne di sensibilizzazione tra le donne, in consultori e presso i medici di base.

Fonti: Il Tacco di Bacco,www.apeonlus.com

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.