Dipendenza da internet

Nel 2008 la Cina ha dichiarato la dipendenza da internet una malattia, perché impedirebbe agli adolescenti di diventare adulti.

La preoccupazione è nata dal dilagare di casi di ragazzi che passano ore a giocare online sviluppando una dipendenza patologica: per esempio un ragazzino per non interrompere una partita aveva deciso di indossare un pannolone o un altro non è uscito di casa per un mese.

La soluzione scelta da Pechino è stata quella di aprire centinaia di campi di rieducazione come quello di Qide o quello di Daxing, dove è andato il New York Times. Qui viene impartita una disciplina militare ai giovani, la maggior parte dei quali è stata ricoverata dai genitori con la forza.

A short documentary about a Chinese boot-camp-style treatment center for young men "addicted" to the Internet.Read the story here: http://nyti.ms/1moCt4hSubscribe on YouTube: http://bit.ly/U8Ys7nWatch more videos at: http://nytimes.com/video—————————————-�———————–Want more from The New York Times?Twitter: https://twitter.com/nytvideoFacebook: https://www.facebook.com/nytimesGoogle+: https://plus.google.com/+nytimes/Whether it’s reporting on conflicts abroad and political divisions at home, or covering the latest style trends and scientific developments, New York Times video journalists provide a revealing and unforgettable view of the world. It’s all the news that’s fit to watch. On YouTube.China’s Web Junkies: Internet Addiction Documentary | Op-Docs | The New York Timeshttp://www.youtube.com/user/TheNewYor…

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.