Fabrizio Bellomo_Villaggio Cavatrulli

VILLAGGIO CAVATRULLI
un progetto di FABRIZIO BELLOMO
con la partecipazione di Ugo La Pietra
e con una conversazione fra Fabrizio Bellomo e Marco PetroniPlanar è lieta di presentare Villaggio Cavatrulli, un progetto di Fabrizio Bellomo prima personale barese dell’artista.

Fabrizio Bellomo in dialogo con Ugo La Pietra e Marco Petroni propone un’utopia realizzabile, il Villaggio Cavatrulli.
Si tratta di un’operazione d’indagine nelle pieghe del paesaggio pugliese dove l’artista individua un arcipelago architettonico di scarto che appare come un’occasione per definire una nuova possibile condizione dell’abitare il territorio segnato dallo sfruttamento lasciato dall’attività di cavatura ed estrazione dei materiali da costruzione.
Un insieme di architetture di risulta, scarti della produzione e della messa a valore che diventano un paradigma di riflessione. Uno sguardo ambientale che invita a modificare le nostre modalità di fare esperienza del territorio che quotidianamente attraversiamo e viviamo. Bellomo mette in connessione un insieme di elementi isolati, residuali individuati dopo attente esplorazioni dell’intero territorio pugliese. Attraverso quest’operazione l’interno della provincia leccese dialoga con la costa barese mettendo in evidenza una matrice originaria, comune che ricorda le riflessioni di Gilles Deleuze attorno all’idea di isola. “Ripartire da zero, ricreare, ricominciare,[…] L’isola è il minimo necessario a un ri-cominciamento, il materiale sopravvissuto della prima origine, il nocciolo o l’uovo irradiante che deve essere sufficiente a ri-produrre tutto”.
Progetto realizzato grazie alla collaborazione di: Pitardi Cavamonti, Ecomuseo di Cursi, Comune di Cursi. Un ringraziamento particolare a Rossana Ciocca.
Ingresso gratuito

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.