Genesi del vuoto. Vernissage

Venerdì 9 giugno 2017, ore 18:30, ingresso libero
Vernissage della ricerca fotografica a seguito del workshop del 19/20 maggio con Francesco Faraci.

 

Esposizione di:
• Alessio Deluca
• Domenico Messa
• Francesco Faraci
• Gianni Cataldi
• Mauro Ieva
• Pasquale Amendolagine
• Roberta Giordano
• Tea Primiterra
• Tiziana Rizzi
Interverranno:
• Francesco Faraci (fotografo e curatore della mostra Genesi del Vuoto)
• Mauro Ieva (presidente dell’associazione fotografica Cacciatori d’Ombra)
• Ivan Iosca (La Capagrossa Coworking)
• Sergio Bisciglia (Sociologo urbano, Politecnico di Bari)
Un doveroso ringraziamento va a
• Pasquale Chieco (sindaco Ruvo di Puglia)
• Monica Filograno (assessora alla Cultura del comune di Ruvo Puglia)
Esposizione presso la Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea di Ruvo di Puglia, via Madonna delle Grazie 2.
Ingresso libero. Visitabile dal 09/06/2017 al 02/07/2017.

Sinossi
“Attraversare” Malacarne di Francesco Faraci è stato per noi “Cacciatori d’Ombra” un’esperienza non solo fotografica: ci siamo resi conto che la fotografia può aiutare a responsabilizzare il nostro sguardo nel percorrere la città.
Perché vi è un bisogno di sapere. Qui, vi è bisogno di sapere se ci sono ancora i margini per riconoscerci in una identità che ci restituisca il senso di appartenenza verso luoghi che, apparentemente, sembrano esserci familiari. E non solo i luoghi ma anche verso quelle figure che si muovono in essi e che, a volte, paiono ombre sfumate che passano trasversalmente al nostro sguardo. E così il tempo passa e si allontana quel rapporto tra la città e i suoi abitanti: l’armonia tra le sue radici umane e la terra.
È un sentire che viene da dentro, soprattutto quando coloro che si accorgono che quel tempo che passa non sta raccontando più nulla. È allora che nasce il bisogno di colmare quel “vuoto”, sia spaziale che temporale, generato dalla lunga sospensione del “guardarsi intorno”, la nostra periferia interiore. Guardarsi per conoscersi e per costruire.
Scoprire la Genesi del Vuoto.
Nove fotografi in esplorazione nei luoghi e nei non luoghi che ricostruiscono una mappa fatta di presente ma anche di passato, di cemento ma anche di natura, di brutture ma anche di bellezze, di fotografie ma anche di storie. Raccontare una storia della città e della sua periferia, è il filo rosso che unisce i nove autori del progetto che si sono mossi seguendo ognuno la propria capacità di “osservare” guidati dalla mano di uno di loro che aveva già raccontato la storia di un’altra città.
La rete di collaborazione di privati e l’associazione “La Capagrossa Coworking” assieme alla disponibilità istituzionale, per cui è doveroso un ringraziamento all’assessora Monica Filograno, che ha mostrato sensibilità nell’ascoltarci e a supportarci in questa proposta, ci permette di promuovere una cultura fotografica a sfondo storico come Sorelle di Eva Koslowski per poi passare ad un progetto a sfondo sociale come Malacarne di Francesco Faraci fino ad arrivare a Genesi del Vuoto che qui proponiamo come ricerca fotografica.
Le nostre proposte culturali, sono rivolte al servizio delle nostre comunità: segni che lasciano un segno, un richiamo a chi non guarda, a chi non ascolta.

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.