GIOCO D’AZZARDO NELLA BAT: IL PROGETTO “DEDALO E ICARO”

Si è svolta oggi a Trani presso la Comunità Oasi2 San Francesco Onlus in via Pedaggio S. Chiara, 57/bis, la conferenza stampa di presentazione al territorio dei dati raccolti nei primi sei mesi di attività di Centro a Bassa Soglia e Unità di Strada per la prevenzione e la cura di persone con dipendenze patologiche da gioco, da sostanze e da altre forme di dipendenze comportamentali, del progetto triennale “DEDALO e ICARO”, finanziato dall’ambito di zona n. 5 Trani-Bisceglie e realizzato dalla Comunità Oasi2.   Ha aperto l’incontro il Presidente della storica cooperativa tranese – Gianpietro Losapio – sottolineando l’importante e necessaria sinergia tra Terzo Settore e Istituzioni del territorio nell’affrontare problematiche di rilevanza sociale come la dipendenza patologica da gioco e da sostanze.   Ha fatto seguito l’intervento del Responsabile del progetto – Antonio Casarola – che ha fornito una mappa geo-referenziata dei luoghi dove tranesi e biscegliesi giocano abitualmente, riportando i dati più significativi raccolti durante i primi mesi di attività dell’unità di strada, che ha già all’attivo 63 interventi territoriali. Si stima che centottanta sono i milioni di euro spesi all’anno nelle città di Trani e Bisceglie per giocare; tra 2.000 e 3.000 circa sono le persone che, nell’ambito, secondo la proiezione del  Dipartimento Antidroga, hanno un comportamento problematico con il gioco. “Il gioco d\’azzardo sta modificando il panorama complessivo dei consumi. Il 6,4% del Pil viene impegnato nel comparto del gioco: queste sono somme che vengono distorte da altre forme di investimento e spesa. Il paradosso è che il gioco cresce in maniera proporzionale all\’aumentare della disoccupazione soprattutto al sud Italia dove la gente cerca una soluzione alle difficoltà quotidiane nella fortuna, confondendosi nei luccichii delle macchinette. Chiediamo agli addetti del mondo della stampa di aiutarci a informare la cittadinanza dell\’ambito Bisceglie-Trani, dell\’esistenza di questo progetto, per dare sostegno a persone con problemi di GAP (Gioco d\’azzardo patologico)”.   Ha preso la parola nel corso della conferenza anche il Presidente dell’Ambito Trani-Bisceglie  –  Luigi Nicola Riserbato – che, dopo aver ringraziato Enti ed operatori presenti per aver contribuito a portare all’attenzione pubblica il  fenomeno della dipendenza patologica, troppo spesso ignorato o taciuto, ha sottolineato: “Da molti il gioco viene visto come l’unica via di uscita dalla situazione di crisi. Studi dimostrano che nei periodi di crisi economica si tenti molto di più la fortuna al gioco e che a giocare siano soprattutto le fasce maggiormente colpite, ceti medio bassi e disoccupati. Invece è il banco a vincere sempre.” Ha continuato dicendo che: “Questo Ambito di Zona ha voluto fortemente affrontare il tema delle dipendenze e in particolar modo della nuova dipendenza senza sostanza che è il gioco. Ha voluto farlo in sinergia con altre istituzioni del territorio come la ASL e in particolar modo con il coinvolgimento del SER.T e con l’Ufficio Scolastico Provinciale perché siamo convinti dell’Importanza di <> sin dall’età scolare”   Sono intervenuti anche Leonardo Rutigliano, Responsabile del Ser.t di Trani‐Bisceglie e Antonio Rago, Rappresentante Ufficio Scolastico Provinciale Bari ribadendo la pervasività del fenomeno e la necessità di portare in tutti i modi all’attenzione dell’opinione dei cittadini gli effetti negativi della problematica.   Il progetto Dedalo e Icaro ha la sua sede operativa a Trani, in via Pedaggio Santa Chiara, 57 bis: chiunque pensasse di avere problemi con il gioco o con le sostanze, o fosse un familiare di una persona dipendente, o semplicemente volesse ricevere maggiori informazioni sul servizio, può chiamare allo 0883.764079 o al numero attivo tutto il giorno 393.8365649 (gli operatori sono contattabili anche via WhatsApp o sms), scrivere all’indirizzo dedaloicaro.oasi2@gmail.com o recarsi in sede: il martedì, il mercoledì e il giovedì dalle ore 9.00 alle 12.00 e tutti i pomeriggi dalle ore 17.00 alle 20.00. Il lunedì e il venerdì mattina gli operatori sono invece impegnati con l’unità di strada sui territori di Trani e Bisceglie.  L’équipe è a disposizione di chiunque abbia bisogno di aiuto.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.