Giornata internazionale del migrante: “L’altro lato del sogno”

Il 18 dicembre è dedicato a tutti gli uomini, le donne e bambini in viaggio in cerca di un futuro, in ogni continente. E’ la Giornata internazionale del migrante. Il fotografo Nicola Ókin Frioli, italiano trapiantato a Città del Messico, ci svela il volto più crudo dell’emigrazione dall’America Latina visto “dall’altro lato”, oltre il confine messicano, con la serie “Al Otro Lado del Sueño”, “L’altro lato del sogno”. Si tratta di ritratti di migranti che dall’America Centrale cercano di raggiungere i confini Usa attraverso il Messico, ma restano intrappolati in una terra di confine e trattati come bestie. Ogni anno circa 400 mila uomini donne e bambini fuggono dai Paesi del centro America, da degrado e violenza per cercare di entrare gli Usa: è il più grande (e più pericoloso) corridoio migratorio del mondo.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.