Giornata internazionale per i diritti umani. AMNESTY INTERNATIONAL 50 years

oggi 10 dicembre 2012 si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale dei Diritti Umani, Human Rights Day, la data per la celebrazione dei Diritti Umani, non è stata ovviamnente scelta a caso ma rievoca la data del 10 dicembre 1948 quando fu proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

I Diritti Umani e la Giornata Mondiale dei Diritti Umani venne poi sancita ufficialmente nel 137° meeting globale dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 4 dicembre 1950. Fino a qui, quanto tutte le fonti ufficiali e le enciclopedie Web ricordano come introduzione.

Diritti Umani, Every Human Has Rights, ovvero ogni Essere Umano ha Diritti, in occasione della giornata mondiale dei Diritti Umani ha trasmesso un comunicato che troverete sotto tradotto, interessante per capire fino in fondo i Nostri Diritti Umani:

Giornata dei diritti umani 2012 – Inclusione e Diritto di partecipare alla vita pubblica

Ognuno ha il diritto di far sentire la propria voce e di avere un ruolo nel prendere le decisioni che modellano le loro comunità. Ognuno di noi dovrebbe essere in grado di scegliere le persone che ci rappresentano in tutte le istituzioni di governo, di candidarsi a cariche pubbliche, e di votare sulle questioni fondamentali che plasmano i nostri destini individuali e collettivi.

Il ritorno sull’investimento è una società sintonizzato alle esigenze e alle aspirazioni dei suoi componenti. Se questo diritto fondamentale sia rispettato, ognuno di noi è offerta la possibilità di partecipare al dibattito, per offrire idee, fare una campagna per il cambiamento – a partecipare.

Adempimento del diritto di partecipare alla vita pubblica è fondamentale per il funzionamento di una società democratica e di un efficace sistema di protezione dei diritti umani. Inclusione di tutti in processi decisionali è un presupposto essenziale per la realizzazione di entrambi.

Milioni di persone sono andate in strada negli ultimi anni per dire la loro, per protestare contro l’inflessibile, i governi che non rispondono che li hanno tagliati fuori. Essi hanno chiesto e continuano chiedendo il rispetto dei loro diritti umani fondamentali, compreso il diritto di avere una voce e per quella voce di contare.

Altrove, molti rimangono in silenzio, incapace di prendere alcuna parte nella vita pubblica delle loro comunità. Spesso non riescono a stare in piedi per l’ufficio, votare per i funzionari pubblici o in referendum: a volte è vietato di esprimere le proprie opinioni a tutti.

Le donne, le persone con disabilità, le persone appartenenti a minoranze e delle popolazioni autoctone, i poveri, quelli con poca o nessuna istruzione, comunità rurali remote, continuano ad essere privati dei diritti civili in molti luoghi, a volte anche vietato dalla partecipazione alla vita pubblica o esclusa sulla base di leggi discriminatorie o pratiche o perché non c’è un’infrastruttura adeguata atta a facilitare la loro inclusione. L’obiettivo della Giornata Umano di quest’anno i diritti si riferisce direttamente agli articoli della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, che prevedono il diritto alla libertà di riunione e di associazione, il diritto di partecipare alle elezioni, alla vita pubblica e decisionali delle istituzioni e il diritto alla libertà di espressione e di opinione.

Questi valori, approvati dalla comunità internazionale, sono obblighi giuridicamente vincolanti per i 167 Stati parti del Patto internazionale sui diritti civili e politici, che prevede che il diritto di partecipare alla gestione degli affari pubblici si applica a “tutti i cittadini senza eccezione”.

Di fronte alle sfide contemporanee straordinari per la democrazia, il cambiamento climatico, la globalizzazione, le in corso crisi economiche e finanziarie in molti paesi, e l’esplosione del mondiale web-based di comunicazione, tra gli altri, la partecipazione e l’inclusione sono fondamentali nello sviluppo e nella realizzazione di durevoli, soluzioni politiche praticabili.

La tua voce, la tua destra. La tua voce conta.

Sulla Giornata dei diritti umani 2012, siete invitati a riaffermare il diritto di esprimere la tua opinione e di partecipare al dibattito pubblico e processi decisionali senza vergogna, minaccia o paura.

(articolo di Silvio Arancio)

Video: Official Spot for the 50th anniversary of Amnesty International, directed by Carlos Lascano, produced by Eallin Motion Art and Dreamlife Studio, with Music by Academy Award Winner Hans Zimmer and Nominee Lorne Balfe.Check the Making of video at: http://vimeo.com/24961694Director: Carlos Lascano, Music: Hans Zimmer, Lorne BalfeProducers: Lukáš Skalník, Martin Hovorka, Paula Lema, Carlos LascanoProduction Managers: Ivanna Kozak, Pavla Martinovská, Martin Štefan / Script: Carlos Lascano, Paula Lema2D, 3D Team: Jiří Forejt, Martin Hanschild, Josef Kasal, Pavel Kout, Martin Ličko, Dmitry Medinsky, Ondřej Přidal, Renata Stránská / Matte Painter: Leo Verrier / Puppet Animation: David Sukup / Scale models: Pavel Kout, Jiří Mlčák, Marek Skalník / Cast: Monika Řezníčková / Technical support: Jan Řada, Jakub Gobel / Sound Postproduction: Basefloor — Michal Dvořák / Sound Designer: Michal Dvořák / Final Color Grading: Jan ČernýTake a look at the detailed making of the spot: http://carloslascano.com/carloslascano/amnesty_making.html

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.