Giornata Mondiale del Gioco

"Quello che si ipotizza non è un evento o una serie di eventi e un qualche cosa che comporta preparazioni impegnative e costose; l’essenza della giornata è fanciullesca. La giornata mondiale del gioco dovrebbe essere un giorno di totale attenzione all’altro, nel rapporto tra una generazione e l’altra. Non si pensa di fermare il mondo per un giorno. (Freda Kim)"

La Giornata mondiale del gioco è nata dall’idea di Freda Kim in qualità di presidente dell’ITLA (Associazione internazionale delle ludoteche – www.itla-toylibraries.org ) con la conseguente approvazione da parte del comitato, a Seoul nel 1998.

Le Nazioni Unite hanno accettato la proposta e fissato la Giornata Mondiale del Gioco nella data del 28 maggio.

Da allora le varie associazioni nazionali delle ludoteche, coadiuvate anche da altri organismi, hanno avviato la diffusione della pratica del gioco organizzando diverse iniziative per promuoverne la cultura.

L’obiettivo è quello di sottolineare il diritto al gioco, per i bambini (come sostiene la Carta dei Diritti dei Bambini) ma anche per gli adulti, per gli anziani, per i cittadini che attraverso il gioco possono recuperare e riscoprire tempi e spazi di qualità che nella vita di tutti i giorni sono spesso dimenticati.

In questo video la Giornata Mondiale del Gioco 2012 a Torino. Quest’anno l’iniziativa, curata da ITER, Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile, si è sviluppa attraverso due eventi:UN MONDO CHE GIOCA OGNI GIORNO in piazza Castello. Una festa ricca di stimoli e di giochi, che porta in piazza tutti i Centri di Cultura di ITER per scoprire che il gioco diventa più bello se si gioca insieme L’iniziativa è sostenuta dalla Direzione Scolastica Regionale.informazioniCittà di Torino – ITERCentri di Cultura per il Giocotel. 011 4439400centrigioco@comune.torino.itwww.comune.torino.it/iter

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.