Giornata nazionale della Memoria delle vittime dell’immigrazione

La Giornata Nazionale della Memoria delle vittime dell’immigrazione viene celebrata per la prima volta quest’anno. Il ricordo è quello delle 386 persone che hanno perso la vita nel naufragio del 3 ottobre 2013. A poche miglia da Lampedusa, ad un passo dalla salvezza. Una delle tragedie più gravi che si sia mai consumata nel Canale di Sicilia.

Nell’isola, oltre a una ventina di sopravvissuti della strage, sono arrivati più di 200 studenti da tutta Italia e dall’Europa. Accompagnati dai loro insegnanti, si confronteranno concretamente sui temi dell’immigrazione e dell’integrazione. Questo progetto è stato promosso dal ministero dell’Istruzione in collaborazione con il Comitato 3 Ottobre.

Oggi si svolgeranno altre iniziative, dopo la proiezione di ieri sera del documentario “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi . Celebrazioni anche a Roma: in Senato la giornata sarà ricordata nel corso di un incontro al quale parteciperà anche il presidente Piero Grasso. L’Arci invece ha organizzato, sempre oggi, un flash mob alle 11 davanti al Pantheon, a Roma.

Il fine non è ricordare solo il naufragio di tre anni fa ma anche le migliaia di migranti morti (solo dall’inizio dell’anno più di 3500), e chiedere “l’apertura di corridoi umanitari e una vera politica d’accoglienza”. Il 3 ottobre come giornata dei migranti ribadisce il valore della dignità umana come valore universale

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.