HABITAT

HABITAT:
Quali le vie dell’abitare contemporaneo? Comunità ed individui sperimentano alternative abitative.
L’abitare comunitario, in aree urbane o rurali, è una scelta attiva e critica dello status quo (proprietà/casa/famiglia) in dialogo con la necessità abitativa. Habitat pone in luce le problematiche dell’abitare e le soluzioni individuali e collettive, analizzando e comparando lo spirito delle diverse comunità e realtà. Dalle occupazioni anarchiche alle comuni agricole, dall’ housing sociale ai sem teto in brasile, comunità che si creano intorno ad ideali o per semplice necessità. Il principio del lavoro corale di Habitat è la possibilità di creare comparazioni che possano stimolare riflessioni utili e interpretazioni quanto più libere possibili su una tematica ampia e complessa come quella abitativa.
La scelta come principio e la società occidentale come causa sono l’ambiente in cui si muovono tutti i progetti che compongo habitat.
La mostra è anche occasione del lancio dell’archivio online di Habitat e di una call rivolta fotografi, videomaker, artisti e ricercatori che vogliano contribuire al progetto con il loro lavoro.
Habitat è anche un’archivio online, un raccoglitore permanente di ricerca e indagine sull’abitare contemporaneo: sistemi abitativi sperimentali, comunità, casa, collettivo, condivisione, proprietà, nomadismo metropolitano.
Habitat è un progetto permanente di indagine collettiva e la lista dei lavori raccolti e dei partecipanti è in continua evoluzione. Attualmente i partecipanti sono:
– Anthropolis
– Michela Battaglia
– Francesca Catastini
– Mirko Cecchi
– Simone Donati
– Giuseppe Fanizza
– Michela Frontino
– Alessandro Imbriaco
– Andrea Kunkl
– Orizzontale
– Fabrizio Vatieri

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.