Il bisogno di narrare. Corso di didattica della narratologia.

La Proteo Fare Sapere Bat in collaborazione coi Dialoghi di Trani presenta il primo corso di Didattica della narratologia.

Come usare un romanzo in classe? E come farlo interagire col vissuto e con la scrittura dei ragazzi? Che tipo di libro bisogna far leggere in classe senza che questo crei tedio e disaffezione? Come si può fare didattica delle materie linguistiche e letterarie senza farci troppo vincolare dai libri di testo? E come si può riscoprire il piacere di vedere, sotto un nuovo punto di vista, la pratica dell’insegnamento dell’italiano?
A queste e a molte altre domande si cercherà di dare una risposta e degli strumenti operativi che pongono l’esperienza della lettura e della scrittura al centro della pratica didattica a scuola. Il corso fornirà una base teorica pratica che andrà a svilupparsi durante dei momenti di ricerca-azione con gruppi di lavoro e con la sperimentazione in classe. Il docente alla fine del corso progetterà e applicherà un’unità di apprendimento o di competenza e verrà a presentarne i risultati.

Docente: prof.ssa Alessandra Merighi, insegna presso l’IIS “Federico Flora” di Pordenone e da anni si impegna per promuovere il piacere della lettura tra i giovani. E’ autrice dei libri Non smettere mai di abbracciarmi (Newton Compton Editori), Matricola cinquecinqueottozero (L’Omino Rosso Edizioni), ha collaborato nel libro Non chiedermi come sto ma dimmi cosa c’è fuori (Mondadori) ed ha redatto numerosi saggi sulla narratologia medica. Collabora nella scuola-ospedale dell’Area giovani del Centro di Riferimento Oncologico (CRO) di Aviano.

A chi è rivolto: ai docenti della scuola Primaria, Secondaria di Primo e Secondo grado e bibliotecari.

Durata: 25 ore.

Temi trattati:
1. La necessità della narrazione nell’uomo;
2. Perché scrivere e perché leggere;
3. La lettura come formazione;
4. La letteratura adolescenziale;
5. I principali elementi del testo narrativo;
6. Il mondo narrativo;
7. La lettura di un romanzo, secondo i nuovi strumenti della narratologia.

Obiettivi:
1. Rinnovare la didattica relativa all’analisi del testo;
2. Guidare la lettura di un romanzo;
3. Offrire criteri che orientino nella scelta dei libri da proporre ai ragazzi;
4. Riflettere sulla lettura come attività etica;
5. Presentare il panorama della letteratura adolescenziale.

Scansione temporale:
I parte del corso: incontri frontali e laboratoriali con la prof.ssa Alessandra Merighi della durata di 15 ore in orari pomeridiani.
• 18 settembre (5 ore): La necessità della narrazione; La lettura dal punto di vista delle neuroscienze (breve parentesi); Perché scrivere, perché leggere; Alcuni elementi del testo narrativo.
• 19 settembre (3 ore): Una classe rovesciata: considerazioni su una nuova didattica, in generale e in relazione all’insegnamento dell’italiano in particolare; La lettura come formazione; La letteratura adolescenziale, come dev’essere, cosa scegliere, quali argomenti; Alcuni elementi del testo narrativo.
• 20 settembre (5 ore): Alcuni elementi del testo narrativo ( nel caso non siano stati esauriti); Il mondo narrativo: una nuova visione della letteratura; Leggiamo insieme.

II parte: 19 settembre (2 ore) presentazione del libro “Non smettere mai di abbracciarmi” con l’autrice, il dott. Maurizio Mascarin (oncologo e fondatore dell’Area giovani del CRO di Aviano) e il dott. Maurizio Turturo (cardiologo tranese operante presso l’Ospedale Di Venere di Carbonara di Bari), durante i Dialoghi di Trani. L’incontro si baserà sul tema “La malattia nella letteratura adolescenziale”, per dimostrare, con l’esperienza pratica, con il vissuto, ad esempio del dottore, e con gli strumenti della narratologia, come si voglia obbedire alle leggi del mercato e non fare letteratura.

III parte: (10 ore) sperimentazione in classe di ciò che è stato appreso durante il corso, partendo dal libro presentato ai Dialoghi o con altri testi usati durante gli incontri frontali, con la progettazione di una Unità di Apprendimento o di Competenza, la sua applicazione e valutazione. Durante questo periodo ci saranno due incontri dei gruppi di ricercazione seguiti dai tutor della Proteo Fare Sapere Bat presso la sede dell’associazione in Via Guido Rossa 17 ad Andria (La sede e le date sono in via di definizione e saranno comunicate durante il corso). I risultati e i prodotti di questa sperimentazione potranno essere presentati in una manifestazione finale (calendario da definire).

Costo del corso: 20€ + 10€ tessera Proteo Fare Sapere (per chi fosse iscritto alla Flc Cgil, in virtù di una convenzione nazionale, il costo è di 12€).

Per maggiori informazioni e iscrizioni scrivere a proteofaresaperebat@gmail.com oppure contattare Giuseppe Losapio 3497514788

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.