Il segreto di Pulcinella – Il docufilm sulle storie della Terra dei Fuochi

“Il segreto di Pulcinella. Storie dalla Terra dei fuochi” è un docufilm prodotto da Social Movie, in coproduzione con Movie Factory. Un progetto che non serve solo a denunciare. Anche perché, come dice il titolo, c’è poco da denunciare. Tutti sanno. Un segreto è tale fino a che non è di pubblico dominio, ma quando tutti sanno e nessuno parla allora sì che quel segreto diventa di “Pulcinella”.

C’è però ancora chi non conosce il dramma delle persone che vivono questa terra. La paura di mangiare, respirare, di vedere un figlio, un fratello, un padre, una madre, un amico morire di tumore. E poi l’impotenza e la rabbia quando li vedi morire per davvero.

La Terra dei Fuochi è un territorio situato in Campania. Una volta Campania Felix, è oggi, ma ormai da decenni, il luogo in cui sono stati scaricati rifiuti tossici dal Nord Italia che hanno inquinato il terreno fino ad arrivare a compromettere le falde acquifere. Altri rifiuti vengono, invece, bruciati. Da qui il nome “Terra dei Fuochi”. Ma questo territorio resiste. Resiste anche se si stima ci siano incastrati sottoterra 30 milioni di tonnellate di rifiuti industriali.

Il docufilm quindi è nato soprattutto per raccontare quella terra da un’angolazione diversa: lo specchio di una condizione di fragilità dell’essere umano. Dell’essere umano che ha paura perché è vittima di interessi più grandi. All’inizio doveva essere un film di finzione, poi però i produttori si sono resi conto che tutto quello che volevano raccontare era già lì. Davanti a loro.

Quindi il film è diventato un percorso dove Pulcinella e gli altri burattini, che ci accompagnano nella storia della terra dei fuochi, si alternano con le immagini della vita vera. La realtà delle cose. Dagli inizi degli anni novanta ad oggi. Ci sono voluti due anni e mezzo di lavorazione per ultimare le riprese. Tra le interviste quelle al pentito Carmine Schiavone, morto all’inizio del 2015.

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.