IntendiMe – Let the sound touch you (in LIS)

Questo video spiega nella lingua LIS il progetto di start up Intendi Me, il frutto dell’ingegno di quattro ragazzi sardi che vogliono trasformare una sinesteṡìa artificiale in un business etico, permettendo ai non-udenti di percepire determinati suoni grazie all’utilizzo di altri due sensi: vista e tatto.

Il principio è geniale (in) quanto semplice: da una parte c’è un braccialetto impermeabile dotato di uno schermo, capace d’illuminarsi, vibrare, entrare in contatto con altri braccialetti e chiedere aiuto alla mera pressione di un bottone. Dall’altra una gamma pressoché illimitata di fonti sonore alle quali applicare discrete placchette attacca/stacca che resteranno in comunicazione costante col braccialetto allertandolo all’arrivo di un suono: dal campanello al telefono di casa, dall’antincendio alle sveglie, poi timer, citofoni, sistemi d’allarme… Sullo schermo si potrà leggere l’etichetta (programmabile attraverso l’app) col nome della fonte di provenienza del suono.

Per una lettura completa dell’articolo con un’intervista ad Alessandra Ferraris (una delle ideatrici del progetto): http://www.huffingtonpost.it/

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.