L’IVA funesta: lavoratore indipendente per scelta (altrui)

Un manuale per chi si appresta a diventare lavoratore indipendente: dall’apertura della partita IVA alla gestione della vita privata.

Fulvio ReddKaa Romanin è nato a Roma l’11 marzo 1971 da genitori friulani. Dal 1991 vive a Udine. Fa il web designer e si occupa di comunicazione. Ha fondato l’agenzia Ensoul (www.ensoul.it). E’ nel Guinness dei Primati come “più anziano enfant prodige al mondo”. Ha tenuto workshops come guest professor allo IED Venezia, all’Università di Udine, al Festival of Festivals e per la regione Friuli Venezia Giulia. E’ il fondatore dell’etichetta indipendente ReddArmy e ha un progetto musicale che si chiama Madrac. Ha scritto due romanzi, “Niari” (KappaVu, 2009), e “La stagione della muta” (KappaVu, 2012) e ne ha altri due in cantiere. Ma è con “L’IVA funesta”, manuale per chi si volesse mettere in proprio come imprenditore di se stesso, che si conquista le luci della ribalta vedendolo pubblicato su Rollingstone Italia.

Il mio manualetto scritto in una settimana di ferie nella campagna senese fa il giro dei social in ventiquattro ore, tutto da solo. Incredulo, mi trovo una serie di mail a base di “sei un grande, sto morendo dal ridere, grazie” nella posta elettronica, bordate di richieste di amicizia su Facebook e di nuovi follower su Twitter. Il Santo Mistero dei social: il solito muro di indifferenza e gattini che “bucato” diventa un vulcano di attenzione e consenso. Per due giorni. Cosa lo ha bucato? Il fatto che – evidentemente – era un argomento sentito e del quale nessuno fino ad allora aveva parlato: il “popolo delle partite iva”.

 

 

In questo manuale Fulvio descrive come in un momento certamente non felice per la nostra economia, bisogni necessariamente rimboccarsi le maniche ed aguzzare l’ingegno per poter sopravvivere in quella giungla che è il mondo del lavoro autonomo. E così tra una serie di nozioni tecniche e consigli basati sulle proprie esperienze, che come specifica egli stesso non rappresentano necessariamente una verità assoluta, l’autore elenca tutto ciò che necessita sapere chi vuol diventare imprenditore di se stesso, il tutto scritto e pervaso da una pungente ironia che ne rende la lettura perfino piacevole nonostante i temi spinosi come l’apertura di una partita IVA, il codice Ateco, fatture e simili.

 

 

“L’Iva Funesta” è disponibile online gratuitamente in pdf.

Fonti: wired.it

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.