La locanda del migrante

Il progetto di un gruppo teatrale che coinvolgesse persone con la sindrome di Down nasce nel 1998 e si compie nel 2010 quando la Compagnia diventa parte integrante dell’associazione culturale I Buffoni di Corte onlus che si occupa della formazione artistica dei singoli attori e della messa in scena degli spettacoli. “La locanda del migrante” l’ultimo spettacolo in scena.

La Compagnia delle Frottole, non delle bugie. La frottola è un componimento in versi, con intenti satirici e di origine giullaresca. Siamo noi: satiri, giullari e facciamo versi. Ci piace stare di fronte a un pubblico in maniera corale, amiamo vivere il profumo del palcoscenico e adoriamo la spontaneità del teatro di strada; giochiamo ai travestimenti, pur rimanendo sempre noi stessi grazie a storie originali cucite sulle nostre qualità; realizziamo i nostri sogni usando le concrete emozioni che il teatro ci affida.

Siamo 25 persone sul palco. Stiamo stretti, ma ci piace. Abbiamo la pretesa di divertire chi ci guarda, anche a costo di farlo riflettere. Ci incontriamo ogni lunedì e ogni tanto di sabato, però ci salutiamo sempre come se non ci vedessimo da una vita. Ci consideriamo buffoni perché recitiamo, balliamo e soprattutto perché sorridiamo. Non siamo professionisti, ma per l’impegno e l’entusiasmo ci sentiamo professionali. Qualcuno di noi ha i capelli ricci, qualcun altro ha la sindrome di Down, altri hanno gli occhi chiari; ma non giochiamo a “Indovina Chi?”.

(tratto da www.ibuffonidicorte.it

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.