L’Arte della Felicità

L’arte della felicità di Alessandro Rak ha vinto il premio come miglior opera prima al Raindance Film Festival di Londra, dedicato alla promozione del cinema indipendente e definito da Variety “uno dei 50 festival da non perdere nel mondo”.

L’arte della felicità è un film drammatico d’animazione, che ha aperto come evento speciale la scorsa Settimana della Critica di Venezia, dove ha ottenuto il Premio Arca Cinema Giovane. La pellicola è ambientata in una Napoli da Apocalisse, tra una pioggia incessante e un degrado che divora le strade, dove il tassista Sergio riceve una notizia che lo lascia di sasso, cambiandolo per sempre. La sua macchina diventa il microcosmo in cui rifugiarsi per sfuggire al mondo, alle sue responsabilità nei confronti di sé stesso e degli altri, al senso di amarezza che lo pervade per aver abbandonato la musica, il suo primo amore. Pensa a suo fratello, fuggito in Tibet alla ricerca della spiritualità, che non vedrà mai più. Fuori la tempesta imperversa, nell’auto si alternano i passeggeri, ma anche i ricordi, le speranze, i rimpianti. E per fortuna anche qualche nuova occasione.

Il film è stato recentemente protagonista di un’apprezzata azione virale nella città di Napoli, dove uno speciale "taxi della felicità" ha viaggiato tra i vicoli per un’intera giornata, offrendo passaggi gratuiti ai propri clienti, in cambio di pensieri e osservazioni sulla felicità, che sono state postate in diretta sui principali social network.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.