L’arte rivoluziona lo stile organizzativo: no profit e nuovi modelli di management

L’arte entra in Azienda e lo fa per dare libera espressione alle emozioni (quelle positive, ma anche le tensioni) che agiscono in maniera sotterranea sul clima aziendale, a volte avvelenandolo e riducendo la produttività.

Emozioni in grado di capovolgere le gerarchie, invertendo in maniera direttamente proporzionale quello che c’è scritto sulla carta e quello che, invece, accade nella realtà.

In parole povere: chi fa cosa e come, chi dirige chi? E con quale stato d’animo?

Le emozioni e il grado di motivazione influenzano profondamente la produttività e lo sa bene il management aziendale.

Una consapevolezza acquisita grazie agli studi sulle Human Relation di Elton Mayo che oggi approda anche negli ambienti no profit.

Anche per gli enti no profit, infatti, si assiste ad una forma di privatizzazione che ha permesso di ottimizzare le risorse, facendo apparire lontani i tempi dei finanziamenti pubblici a pioggia. Oggi all’azienda no profit non viene risparmiato nulla né in termini di adeguamenti normativi, né di controlli.

Un buon clima aziendale, cui è legata la produttività globale, mal si accorda con uno stile dirigenziale poco efficace (di cui spesso non si è consapevoli o lo si è solo parzialmente) e con un pool di responsabili e dirigenti che si confrontano poco e male.

Testimoni ne sono i risultati con obiettivi difficilmente raggiunti e, troppo spesso, affidati ad azioni spontaneistiche, isolate o comunque poco sistematiche.

A risentirne è “lo stato di salute” dell’intera organizzazione e la qualità della vita degli utenti finali.

Che fare dunque?

Ad intraprendere un percorso innovativo a 360 gradi è l’artilente Mirko Rossi, un po’ artista un po’ consulente.

L’azione proposta si dipana contemporaneamente su più livelli con la variazione della configurazione degli ambienti adibiti ad uffici ammnistrativi, riposizionamento degli elementi di arredo, ritinteggiamento di alcune pareti, secondo i principi della cromoterapia, nella consapevolezza degli effetti benefici di un sapiente gioco di luce e colore sull’umore.

Un intreccio tra design ed arte, messaggera delle emozioni che permeano l’ambiente aziendale, con la bellezza declinata secondo le esigenze della funzionalità.

Via libera, poi, alla consulenza individuale per modificare lo stile relazionale lavorando sui toni di voce, le procedure, i passaggi nei riguardi non solo nei confronti del personale dipendente ma anche degli elementi esterni che entrano in contatto, a vari livelli, con l’organizzazione,  per modellarne l’approccio comunicativo.

 

Secondo quanto racconta lo stesso Mirko Rossi “Ho agito sull’approccio ai problemi, i metodi adottati e i tempi, secondo alcuni punti cardine: nessun coinvolgimento personale ma concentrazione sulla soluzione e sui risultati. Nessuna improvvisazione ma rapide e chiare comunicazioni pensate e scritte. Incontri veloci ma efficaci che permettono meno distrazioni e ambiguità di espressione”.

Una sana convivialità ma senza confondere tempi di lavoro e di relax.

Ed ancora: una formazione ad personam secondo percorsi mai pensati prima.

Incontro e occasioni di confronto e scambio di idee con gli Enti e gli Organi istituzionali al di fuori ed al di là dei tavoli tecnici e di concertazione, ma anche corsi di riciclo e volontariato, La formazione “vola alto” ed esce dagli ambiti canonici, abbracciando nuove esperienze alternative ed impensate.

Arriva con un rito andino del Despacho dedicato a pachamama (madre terra) in grado di donare la capacità di recuperare le forze ed alimentando l’energia vitale dopo una giornata di lavoro, immersi nel respiro dell’universo, attraverso l’unione con la natura come condizione naturale dell’essere umano. Scende nel cuore della terra con un corso speleo, dove, tra umido, freddo e fango, si entra in contatto con i propri limiti e le proprie paure imparando a “fare squadra”, a lasciarsi aiutare ed a rinunciare in alcuni momenti alla leadership.

Risultato: un clima aziendale globale meno aggressivo e più collaborativo e motivato al raggiungimento degli obiettivi a breve, medio e lungo termine. A tutta produttività, con effetti positivi su chi conta di più: gli utenti finali dei servizi.

 

Per conoscere meglio l’eclettico universo dell’artilente Mirko Rossi in arte MiRo è possibile visitare le pagine:

 

www.miroarte.it

https://www.facebook.com/MiRoMirkoRossi

www.mdmsoluzioni.net

https://www.facebook.com/pages/MRP-Platinum-Partner-of-MDM-Network/116425888453865

 

Ufficio Stampa: Dr.ssa Tania Sabatino

Ph: 3205741842

E-mail: ufficiostampa@miro

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.