L’IMPEGNO DELL’ITALIA NELLA LOTTA GLOBALE CONTRO L’AIDS

Il 1 dicembre 2016, in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS, COOPI organizza il convegno “L’impegno dell’Italia nella lotta globale contro l’AIDS”, con la collaborazione dell’ Osservatorio AIDS e del The Global Fund to Fight AIDS, Tuberculosis and Malaria

L’evento è l’occasione per presentare a Milano il rapporto “Il Fondo Globale: un’opportunità per l’Italia, una risorsa per le future generazioni”. HIV e AIDS, Tubercolosi e Malaria, sono pandemie strettamente collegate tra loro. Il convegno vuole far riflettere sul ruolo che i governi possono giocare in questa lotta mondiale, ponendo l’attenzione soprattutto sul ruolo dell’Italia. Il nostro Paese è infatti membro del “Fondo Globale contro AIDS, TBC e Malaria”.

PROGRAMMA DEL CONVEGNO:

** SALUTI ISTITUZIONALI **
Pierfrancesco Majorino Assessore Politiche Sociali del Comune di Milano
Claudio Ceravolo, Presidente di COOPI

** PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO “Il Fondo Globale: un’opportunità per l’Italia, una risorsa per le future generazioni” **
Stefania Burbo, Focal Point dell’Osservatorio Italiano sull’Azione Globale contro l’AIDS
Massimo Galli, Prof. Ordinario Malattie Infettive Università di Milano e Vicepresidente ANLAIDS Lombardia
Sara Faroni, Associate Specialist, Global Fund External Relations

** BEST PRACTICE DELLE ONG **
Claudio Ceravolo, Pres. COOPI – Lotta alla tubercolosi e AIDS: due storie parallele. Caso Somalia
Andrea Atzori, Head of international relations for Doctors with Africa Medici con l’Africa Cuamm – Caso Tanzania e Angola
Marilena Bertini, Pres. CCM Comitato Collaborazione Medica – Caso Somalia

Chiuderanno la giornata gli interventi di Lia Quartapelle, Deputata e Membro della Commissione Esteri alla Camera e del Senatore Roberto Cociancich (invitato), sull’impegno che l’Italia sta assumendo nella lotta contro l’AIDS.

L’INGRESSO È GRATUITO
Gradita conferma a medizza@coopi.org oppure al numero 02.3085057

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.