L’uomo più vecchio di Australia confeziona maglioni anti-petrolio per pinguini

Nel 2001 la Penguin Foundation ha lanciato per la prima volta un appello alla popolazione:  confezionare dei maglioncini per i pinguini in difficoltà per proteggerli dalle perdite di materiale inquinante in mare.

Una campagna lunga 14 anni, ancora in corso: “Abbiamo bisogno di maglioncini da usare per fini riabilitativi, educativi e di raccolta fondi che vanno a beneficio dei piccoli pinguini qui a Phillip Island. Abbiamo una buona scorta di maglioni adatti per gli scopi di riabilitazione che usiamo su tutti i pinguini salvati dal petrolio e, in caso di sversamenti nel mondo, i maglioni vengono inviati anche ad altri centri di soccorso della fauna selvatica, se necessario”.

I maglioni non hanno, dunque, scopi decorativi, ma servono per impedire alle tossine degli olii di arrivare fino alla pelle degli animali. Quando i pinguini sono ricoperti da carburante o da altre sostanza viscose, cercano di eliminarle dalle piume usando il becco ingerendole. I maglioni servono proprio a evitare che tentino questa rischiosa manovra oltre che a tenerli al caldo.

Oggi nel sud dell’Australia e in Nuova Zelanda si contano circa 32.000 esemplari, ragruppati in colonie.

Tra gli sferruzzatori c’è anche Alfred Date che ha 109 anni ed l’uomo più anziano di tutta l’Australia. Conoscendo le abilità sartoriali di Alfred, le infermiere della casa di riposo in cui vive gli hanno chiesto se volesse aiutarle nel lavoro e Alfie non si è sottratto.

La Penguin Foundation usa i capi pervenuti in eccesso o non idonei per gli animali come strumenti didattici per gli studenti, per raccogliere fondi per i progetti di ricerca e sostenere la fauna selvatica della clinica.

Alcuni capi vengono fatti indossare a pinguini peluche che possono essere “adottati” in cambio di una donazione. Inoltre, la fondazione australiana fornisce sul suo sito le istruzioni e un modellino per realizzare il maglione.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.