Mectoub – progetto fotografico che ribalta lo stereotipo dell’uomo Mediorientale

Dal 2011 la fotografa Scarlet Coten ha lavorato nei paesi del Medioriente – dal Marocco alla Palestina – per il suo progetto “Mectoub”, termine che letteralmente significa “E’ scritto” e che talvolta viene tradotto anche come “fato”, “destino” ma il cui senso può anche essere accostato all’idea di un profondo e personale viaggio alla ricerca di se stessi.

Molto infatti sappiamo della Primavera Araba e delle lotte di questi uomini e queste donne per acquisire il loro diritto alla democrazia e alla partecipazione nella vita pubblica, molto poco conosciamo invece della loro costante guerra interiore e privata per raggiungere il diritto alla felicità, all’autodeterminazione, alla realizzazione di una personale identità nel contesto di questi repentini cambiamenti politici.

A questa ricerca si aggiunge nel lavoro della fotografa una critica allo sguardo occidentale sull’Oriente secondo il quale le donne arabe sono state sempre ritratte come oggetti fortemente erotizzati, al servizio del piacere dello sguardo dell’uomo occidentale.

Il progetto nasce per questo motivo ma anche per raccontare una generazione ribelle nel cuore del Nordafrica, e mettere in discussione l’immagine tradizionale dell’uomo nel mondo arabo.

Con Mektoub Scarlet Coten ha vinto quest’anno il Leica Oskar Barnack Award, premio istituito con lo scopo di raccontare l’interazione tra uomo e ambiente.

 

 

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.