MEGLIO LA REALTA’ CARNALE

Facebook è ormai una vera e propria mania internazionale. Un po’ tutti ci siamo buttati a capofitto su questa possibilità di costruire un sito personale, avere amici , scambiarci con loro foto, filmati e informazioni .

In realtà facebook può rappresentare qualcosa di negativo e far male ai giovani che, anziché coltivare relazioni reali, vivono delle relazioni virtuali con gente che non si conosce nemmeno, scambiando con loro messaggi gravemente immorali fino alla spinta al suicidio.

Tempo fa una quindicenne si è tolta la vita dopo essere stata presa pesantemente in giro da un “amico” su una chat di un social network.

E che dire di quell’ attore americano su facebook ha annunciato il suicidio. Il suo corpo è stato ritrovato appeso in un parco giochi a New York. Egli ha affidato a facebook il proprio epitaffio <>.

Intanto su facebook gli amici virtuali scherzavano :<>.

Un anno fa due ragazzi si sono suicidati, gettandosi da un ponte, dopo aver stretto un patto di sangue su facebook!

L’ultimo suicidio virtuale è stato quello di Bill Gates. Ha cancellato il suo account perché non riusciva a star dietro alle tante richieste di amicizia!

Impariamo a non seguire le cose caduche e vane di questa vita. Cerchiamo di vivere, la nostra, senza il bisogno di farsi circondare da un sacco di puntelli, cioè, gli amici virtuali da accumulare, con i quali parlare o vantarsi. Tra i giovani la causa principale che spinge al suicidio è il trauma di una relazione transitoria. Spesso si gettano a capofitto in una amicizia, poi quando questa crolla, si ritrovano disperati!

Meglio una relazione tu per tu. Meglio la realtà carnale non quella virtuale, faccia a faccia, occhi negli occhi. Degli amici virtuali non si ascolta mai la voce, non si vede il corpo, non si misura la fatica, la pazienza e la ricompensa della vera amicizia.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.