Milano, la pace ha un posto dove sentirsi a casa

La Casa per la Pace è uno spazio di coordinamento di azioni nonviolente e iniziative per promuovere la pace. Pace intesa come costruzione di una società più giusta e solidale. In cui siano eliminate le cause economiche e culturali dei conflitti. Dal 2001, a Milano, è un luogo aperto ed un punto di riferimento stabile sui temi della non violenza. Dall’antimilitarismo all’intercultura.

Il progetto è nato sull’onda d’estinzione di quel movimento pacifista che ha riempito le strade ai tempi della guerra del Golfo. La prima, all’inizio degli anni ’90. Infatti molte associazioni e comunità dedite alla nonviolenza non hanno più avuto la possibilità d’incontrarsi. Una volta finita la guerra. Rischiando d’involversi in loro stessi. Di scomparire.

Mentre altri investono in mafia, in strategie d’odio, la Casa per la Pace investe energie in azioni che vanno in direzione opposta. Diverse le iniziative portate avanti nelle scuole. Percorsi formativi sui conflitti, l’ecologia, e l’Intercultura.

Una delle iniziative più interessanti è la mostra itinerante interattiva sui pregiudizi, “Gli Altri siamo Noi”.  Il percorso si snoda in un labirinto con degli specchi. Qui il visitatore si guarda insieme a etnie diverse dalla propria. Il messaggio è che ognuno di noi è altro, diverso ma non per questo è da discriminare, allontanare.

Ma non finisce qui. Particolare è la Tenda del silenzio. Uno spazio protetto dove non si proferisce parola. Ma attraverso la propria presenza silenziosa uno accetta l’altro, in un’espressione di affermazione d’esistenza per quello che si è. In questo stesso spazio, in altre occasioni, ci sono anche iniziative teatrali. Inoltre importanti sono i corsi di italiano tenuti per i migranti.

gli-altri-siamo-noitenda-del-silenzio

scuola-italiano

Diversi i risultati ottenuti in questi anni.  I partecipanti tornano così umanamente coinvolti che diventano loro stessi promotori e sensibilizzatori di pace. L’impegno civile si allarga alla raccolta di 50,000 firme consegnate lo scorso anno per una coraggiosa proposta di legge. L’istituzione, all’interno del Dipartimento della Difesa, di una sezione nonviolenta che possa sviluppare soluzioni, per la tutela della sicurezza della patria, alternative alla guerra.

Una realtà che da spazio alle idee di chiunque voglia proporre un’iniziativa e ti fa trovare degli amici che ti aiutano a realizzarla. Un mondo da scoprire e costruire, a  disposizione per soli € 5 di quota associativa annua. Il sogno è quello che la Casa per la Pace possa autosostenersi, con l’arrivo di gente che capisca l’importanza della sua esistenza.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.