Nella terra del sangue e del miele: la Jolie racconta la guerra.

Giovedì 29 gennaio esce in DVD e Blu-ray Nella terra del sangue e del miele, debutto come regista della sempre socialmente attiva  Angelina Jolie. Il film è datato in realtà 2011 ma uscirà nel nostro paese con ben quattro anni di ritardo senza essere passato per le sale cinematografiche.

La Jolie tratta temi estremamente duri e spinosi: non solo la crudeltà della guerra, ma anche il dramma degli stupri che si consumano in essa, con la regista che mostra questi atroci atti di sopraffazione, senza alcun filtro, in tutta la violenza dell’atto.

DVD e Blu-ray contengono importanti contenuti speciali che approfondiscono il tema e aiutano a completare la tragica fotografia del contesto storico in cui è ambientato il film: tra questi la lunga intervista alla regista e all’attrice Vanessa Glodjo e l’intervento “Bosnia ed Erzegovina, 20 anni senza giustizia” di Riccardo Noury, portavoce e direttore della Comunicazione di Amnesty International Italia, che approfondisce il tema delle violenze della guerra serbo bosniaca.

L’uscita del DVD Nella terra del sangue e del miele segna l’inizio di un intenso anno di sensibilizzazione di Amnesty International in ricordo del 20° anniversario della fine della guerra nella ex Jugoslavia e del peggiore massacro dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, avvenuto a Srebrenica, Bosnia, nel luglio 1995.

La storia racconta di Danijel, poliziotto serbo, e Anja, giovane pittrice musulmana. Nonostante le diversità culturali, tra i due si instaura un legame speciale. Nel 1992, scoppia la guerra e i due si trovano su fronti opposti. Danjiel è infatti figlio di un generale al comando delle truppe che operano rastrellamenti e violenze di ogni genere sui musulmani e si trova ad arrestare Anja insieme ad altre donne che verranno umiliate e violentate. La presenza della donna però lo mette in crisi e cerca di proteggerla come può. Fino a quando suo padre verrà a sapere che ha una relazione con una nemica.

Il dramma della guerra combattuta dai potenti, diventa il dramma umano dei singoli, travolti da immane violenza e costretti ad odiare anche le persone amate. Un film potente e umano allo stesso tempo, che aiuta a non dimenticare uno degli eventi più tragici della nostra storia recente.

La Koch Media, grazie alla quale il film è stato rilasciato in Italia ha inoltre  messo a disposizione sulla sua pagina Facebook alcune testimonianze tratte dal libro “Sebrenica. La giustizia negata”, di Luca Leone e Riccardo Noury in uscita ad aprile 2015 per Infinito Edizioni.

Fonti: Amnesty, Wikipedia

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.