"No al razzismo", l’abbraccio dei bambini intorno al Petruzzelli

Una catena umana intorno al teatro Petruzzelli per simboleggiare un "abbraccio" che dice no a tutti i razzismi. Questa mattina davanti al politeama barese circa 300 bambini delle scuole ‘Imbriani’, ‘Balilla’ e ‘Corridoni’ si sono ritrovati per dare vita all’iniziativa organizzata dall’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar) in contemporanea in 35 città italiane per celebrare la Giornata mondiale per dire no a tutti i razzismi e ricordare la data del 21 marzo 1960 quando la polizia uccise 69 cittadini di colore che a Sharpeville, in Sud Africa, manifestavano contro l’apartheid.“

"No al razzismo", l’abbraccio dei bambini intorno al Petruzzelli

Con il loro gesto simbolico, ha spiegato la referente territoriale Unar, Irma Melini, i bambini "hanno dimostrato come la lotta contro il razzismo possa e debba iniziare dal compagno di banco". I 108 bambini stranieri che frequentano le due scuole Imbriani e Balilla – è stato sottolineato – "sono un esempio di come sia possibile una cultura dell’accoglienza che presti ascolto a chi – ha sottolineato l’assessore all’accoglienza del Comune di Bari, Fabio Losito – ci appare ‘diverso’ per comprendere le sue condizioni e le sue richieste di vita dignitosa". "Al Governo e all’Unar chiedo che metta in campo misure per gestire in maniera diversa dagli anni scorsi il flusso migratorio – ha concluso l’assessore – perché la Giornata nazionale per dire no a tutti i razzismi possa davvero significare guardare al futuro costruendo un sistema di accoglienza mirato a riconoscere nuovi diritti e nuove cittadinanze".

http://www.baritoday.it/cronaca/no-al-razzismo-l-abbraccio-dei-bambini-intorno-al-petruzzelli.html

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.