Noi siamo "io lavoro".

Il progetto "io lavoro", vincitore del bando regionale Piccoli Sussidi di Puglia 2013, riguarda l’inclusione lavorativa di persone diversamente abili e con svantaggio psico-sociale, impegnate da maggio scorso in work experience di piccoli cantieri edili per la riqualificazione urbana ed extraurbana sulla valorizzazione di Beni Comuni. Ciascuno dei partecipanti percepisce una borsa lavoro. Il progetto, inoltre, si pone l’interrogativo di come sostenere l’inclusione lavorativa in maniera utile anche per la Comunità e per il suo sviluppo, individuando un modello e una risposta particolarmente innovativa.

_____

L’esperienza di questi mesi ci ha regalato emozioni, e prodotto risultati, che sono andati oltre qualsiasi aspettativa. Promuovere l’integrazione di tutti, in particolare delle persone che si trovano spesso ai margini della società, è la nostra missione; ma è un impegno che deve rompere il recinto dell’eccezionalità, divenendo lo stato comune e ordinario delle comunità che abitiamo.

L’occupazione è un fattore importante per la promozione dell’inclusione sociale, ma le persone svantaggiate spesso hanno bisogno di strategie più complete, che potrebbero includere un sostegno personale da parte di tutti noi, a cominciare dalle famiglie.

Noi, a modo nostro, con le nostre forze, ci stiamo provando. Ogni giorno, ogni piccola grande fatica che ci vede, insieme, impegnati nel processo di ricostruzione delle peculiarità del nostro paesaggio tipico – i muretti a secco, i trulli, gli orti, caratteristici della Puglia (per ora nella città di Bisceglie) – ridisegna, non solo un profilo paesaggistico più bello e caratteristico, ma una rete sociale più umana e democratica. Una terra dove nessuno resta indietro, dove nessuno viene lasciato solo.

Lo sappiamo: tanto più intenso è uno sforzo, tanto più profonda sarà la conseguente soddisfazione.

La nostra gratificazione più grande vive nei sorrisi di Giulio, Adriano, Gaetano e Maria Paola, ragazzi meravigliosi, capaci di abitare il mondo nell’unico modo possibile: restando sempre se stessi, senza paura di mettersi continuamente in gioco.

Vorremmo che il nostro esempio possa riuscire a sensibilizzare le persone, nonché tutti gli attori pubblici e privati, che incroceranno i nostri passi, verso questo modello, che sta rivelando tutti i suoi aspetti felici e costruttivi.

Chiamateci, venite a trovarci sui cantieri – ci rendereste felici! – o seguiteci sul sito www.iolavoro-csi.it o tramite i profili Facebook e Twitter di FUTURO ANTERIORE e TANDEM ONLUS, e anche qui, in questa bella piazza virtuale che è Comunicare il sociale.

Di novità ce ne saranno ancora tante!

"Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni."

Sognate con noi. E domani, al nostro risveglio, il sogno sarà la nostra realtà.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.