Non è come sui libri – non abbiate il timore di far nascere un bambino Down

8 ottobre 2016, 19:00 - 21:00

«Abort it and try again. It would be immoral to bring it into the world if you have the choice.»

Questa frase, che tradotta in lingua italiana significa più o meno «Abortiscilo e riprova ancora. Sarebbe immorale metterlo al mondo se puoi scegliere», pronunciata da un noto scienziato britannico, ha suscitato un acceso dibattito. Nell’agosto 2014 due coniugi, fondatori di Gocce nell’Oceano onlus, genitori di un bambino Down, forti della loro diagnosi prenatale, sono invitati in TV, su Rai Uno, per discuterne.

La sintesi delle argomentazioni dei due coniugi è che la sindrome di Down non è come la descrivono sui libri e che solo chi non ha mai vissuto con un bambino Down (e magari si è accontentato della lettura dei manuali di medicina) può consigliare a una mamma in attesa di abortirlo.

Ma i tempi televisivi e l’emozione delle telecamere rendono difficoltosa l’esposizione di una vicenda così complessa quale può essere quella di far nascere un bambino Down. Un libro, paradossalmente, si presta meglio.

Nunzio, il papà di Vittorio, aiutato, come sempre da un po’ di amici, parenti e affini, cerca in questo libro di spiegare perchè dieci anni vissuti con un figlio Down possono rivelarsi i migliori della propria vita e perché non bisogna aver paura di far nascere un bambino Down.

Il libro sarà presentato per la prima volta l’8 ottobre 2016, alle ore 19,00, presso Sonicart, in occasione della giornata nazionale delle persone con Sindrome di Down.

Leggi di più: http://www.gocce.eu/non-e-come-sui-libri/

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.