PIAZZE. LA PROTESTA SOCIALE IN PUGLIA

La mostra fotografica del Collettivo molfettese, a cura di Michela Frontino, ripercorre gli avvenimenti d’interesse sociale e politico che dalla Puglia hanno riempito le pagine della stampa nazionale degli ultimi anni.
Nelle piazze e nelle strade pugliesi i fotografi di Rumore Collettivo hanno documentato ed interpretato capitoli importanti di storia contemporanea, lì dove il contesto locale inevitabilmente s’intreccia con le attuali politiche nazionali ed internazionali.
Dai nuovi flussi migratori della Primavera Araba alle rivolte dei migranti reclusi nel CIE di Manduria e nel CARA di Bari, dalle morti bianche nei luoghi di lavoro alla politica del petrolio e delle trivellazioni nel Mar Adriatico, gli scatti del Collettivo molfettese delineano un racconto per immagini che parte dalla coscienza politica delle popolazioni che hanno vissuto in maniera diretta tali avvenimenti.
Il punto di vista interno e partecipe delle fotografie in mostra si confonde nei cortei dei manifestanti, congelandone i volti e i tumulti sullo sfondo di una regione del Sud che, ai confini delle politiche nazionali, occupa un territorio di grande rilievo, sia per la collocazione geografica che per il contesto sociale e culturale.
“Piazze – La protesta sociale in Puglia” ritrae il volto di una cittadinanza attiva che ancora crede nei diritti civili e sociali, in una regione dove l’approdo dei nuovi flussi migratori convive con il fenomeno ormai storico dell’abbandono della terra d’origine e con le ferite mai chiuse delle morti sul lavoro.
Fare “rumore” è proporre una riflessione sostanziale ed esperienziale del nostro modus sociale, utilizzando la fotografia come esperienza di contatto, strumento di racconto e critica della realtà.

L’evento si svolge nell’ambito di “Ignoti alla città 2012 – Rassegna del documentario italiano” promossa dal Comune di Mola di Bari – Assessorato alla cultura e dalla Cooperativa Camera a Sud.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.