Refugee Tracks – web doc

Da paese di emigrazione, a luogo di destinazione per richiedenti asilo. Seguire i binari dei treni ai confini d’Italia alla ricerca di storie di emigrazione italiana del passato, e di immigrazione in Italia oggi.

Questo è Refugee Tracks, un web documentario in 5 puntate dedicato a raccontare migrazioni, stazioni e confini, visitando territori di cui si parla solo raramente, e solo in relazione ad emergenze. A realizzarlo sarà Francesco Conte, giornalista e fondatore di Termini Tv.

“Tutti abbiamo visto scene di treni e binari passate alla storia, perché la storia è passata spesso da lì, in particolare la storia delle grandi migrazioni e delle deportazioni. Ma cosa succede dietro le quinte delle grandi notizie riguardanti la migrazione? Che storie hanno quei luoghi?”

Le stazioni e i binari, specialmente quelli delle province generalmente più dimenticate, sono il teatro in cui la storia, anche delle migrazioni, scorre tanto velocemente che si fa fatica a registrarla, appiattiti troppo spesso sull’attualità e la notizia.

Refugee Tracks cerca binari e stazioni con una storia alle spalle e un confine davanti, realizzando un lavoro unico di ricerca legato all’amore per treni e stazioni, ma con un occhio alle pagine più o meno sbiadite che le migrazioni hanno lasciato in questi luoghi.

Si partirà dai confini a nord est, Trieste e Gorizia, per poi arrivare fino alla vecchia linea della Cuneo-Nizza, luogo di nuovo “caldo” delle migrazioni di oggi. Da lì saranno raccontate le storie del passato e del presente, seguendo i binari come fil rouge della mobilità – spesso negata – e delle migrazioni di oggi e di ieri.

E’ ancora possibile partecipare al crowdfunding per sostenere il progetto. Tutte le info a questo link: https://it.ulule.com/refugee-tracks/

I fondi serviranno a coprire:

  1. i viaggi di tre persone lungo i binari di confine da filmare
  2. rimborso spese per chi ricerca, filma e monta
  3. il social media marketing

Fonte: Redattore Sociale

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.