Simona: in viaggio per abbattere le barriere

La storia di Simona, donna di 42 anni malata di sclerosi multipla primaria progressiva a evoluzione rapida. Prima della malattia faceva la tour leader, la sclerosi però non l’ha fermata.

Dal 2012 a oggi ha perso l’uso delle gambe e ora anche quello delle braccia. “All’inizio è stata dura, sono rimasta un anno chiusa in casa, Roma è una città impossibile per un disabile, poi ho reagito, ho cercato nuovi strumenti, ho imparato a chiedere aiuto a chiunque per strada e ho ricominciato anche a viaggiare”.

E viaggiare è diventato ormai per SImona un vero e proprio stile di vita. Dopo una serie di nuovi viaggi, tra pochi giorni ripartirà per Nuova Delhi grazie a una campagna di crowfounding.

Per viaggiare non ci vogliono tanti soldi ma molta fantasia. L’India, poi, è un Paese che ti sbatte in faccia tanta povertà ma la gente ride e affronta la vita in modo spirituale: voglio assorbire la loro forza per affrontare questo mio mostro”.

Grazie a CittadinanzAttiva è riuscita a trovare una serie di sponsor per il viaggio. “Risalirò la parte est dell’India fino a Calcutta muovendomi in treno. Non ho un tragitto preciso, mi lascerò guidare dagli eventi e dalle persone che incontrerò. Infine, mi sposterò a Varanasi e Kakinada e, se tutto andrà bene, la mia ultima tappa sarà ad Almora, la città ai piedi dell’Himalaya. Voglio abbattere ogni barriera, dimostrare che si può».

Articolo di Vittoria Iacovella tratto da: http://www.repubblica.it/

 

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.