STRANEZZE e "LAMOTRIGINA"

STRANEZZE e "LAMOTRIGINA":
L’INDUSTRIA FARMACEUTICA non é MAI stata tanto AUTOCONTRADDITTORIA!

Il farmaco conosciuto come LAMICTAL (il cui principio attivo è la LAMOTRIGINA) è un farmaco molto particolare classificato fra gli ANTIEPILETTICI e usato anche contro la patologia del DISTURBO BIPOLARE.
Ciò che rende questo farmaco antiepilettico realmente insolito sono varie "stranezze", vado di seguito ad elencarne le maggiori:
 
STRANEZZA n°1: LAMICTAL è uno dei pochi farmaci ad avere un "foglietto" illustrativo a dir poco enorme! Basti pensare che è piegato in settanta parti, esatto: 70! …

STRANEZZA n°2: …ne segue un ragionamento logico palese che è quello riguardo la presenza della non piccola lista di EFFETTI COLLATERALI che sono addirittura classificati in MOLTO RARI, RARI, FREQUENTI e persino MOLTO FREQUENTI!

STRANEZZA n°3: gli EFFETTI COLLATERALI di loro rappresenterebbero già una bella problematica vista l’incredibile varietà che li contraddistingue, tuttavia la terza VERA STRANEZZA (ed anche la più assurda!) è che seppur LAMICTAL sia un farmaco antiepilettico, tra gli effetti collaterali ne riporta molti di tipo convulsivo ed è in particolare uno a catturare la nostra attenzione e lo riporto di seguito: "nelle persone che già soffrono di epilessia, le crisi convulsive si manifestano più spesso"…INCREDIBILE! Ma come può mai un farmaco indicato nel trattamento dell’epilessia causare delle crisi convulsive (cioè crisi epilettiche!) Questo è il più assurdo dei controsensi!

STRANEZZA n°4: in realtà legata più ai medici che consigliano le interazioni fra farmaci antiepilettici che al medicinale in se: LAMICTAL viene SPESSO fatto assumere in contemporanea (come coadiuvante) ad altri FARMACI ANTIEPILETTICI come il "DEPAKIN" (acido valproico) che è chiaramente indicato come farmaco assolutamente da NON integrare in una cura con la LAMOTRIGINA, onde evitare gli effetti collaterali!

Queste "particolarità" tipiche del LAMICTAL ci hanno messo in allarme, è così che abbiamo deciso di pubblicare questa breve nota allo scopo di ottenere commenti dalla comunità del web circa l’argomento, nella speranza che accorrano testimonianze, commenti e consigli, tanto da medici così come da pazienti e parenti e amici di questi ultimi.

Grazie per la lettura e l’interessamento,

Vhank Vryheid

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.