Rossella Urru, la cooperante italiana rapita nel Sud dell’Algeria e liberata lo scorso 18 luglio, scrive una lettera aperta per raccontare gli ultimi mesi della sua vita e soprattutto per esprimere pubblicamente molti grazie. "Grazie. Ancora una volta mi trovo davanti a questo foglio bianco. Non so più quante volte…