Unicef per l’Ucraina

Nikita ha 10 anni e vive in un orfanotrofio. Sasha (7 anni) e Vika (8) la mamma ce l’hanno, ma per ragioni di sicurezza non possono stare con lei. E di Maksim (6 anni), la mamma semplicemente non può più occuparsi, ora che ha una bambina appena nata.

Questi bambini sono tutti fuggiti dalla regione di Luhansk, nell’est dell’Ucraina, e vivono insieme a decine di altri in un centro di accoglienza per l’infanzia a Pushcha Voditsya, località di campagna nei dintorni di Kiev. Sono solo alcuni delle migliaia di bambini che pagano il prezzo del conflitto in corso da mesi in Ucraina: un conflitto che ha fatto 3.600 morti e prodotto oltre 800.000 fra sfollati e rifugiati all’estero – un terzo dei quali bambini e adolescenti.

A seguito del cessate il fuoco siglato fra le parti il 19 settembre scorso, l’UNICEF ha intensificato il suo intervento umanitario in Ucraina, che include l’invio di 300.000 dosi di vaccino contro il tetano, la fornitura di acqua potabile nelle regioni di Luhansk e Donetsk e la guida di un coordinamento di 25 organizzazioni per la protezione dell’infanzia a rischio.

FOTO: ©UNICEF/NYHQ2014-1896-1900/Andrey Krepkih

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.