Uno al giorno

Alessandro Haber, Paolo Briguglia, Pino Quartullo e Sandra Ceccarelli formano il cast, Mimmo Calopresti firma la regia e i Subsonica mettono a disposizione la loro musica. È Greenpeace, invece, a ispirare e produrre il cortometraggio "Uno al giorno": in 4 minuti viene mostrata nell’atto pratico, nella vita di tutti i giorni, l’azione della compagnia. Secondo le accuse dell’associazione Greenpeace, Enel uccide una persona al giorno, ovviamente indirettamente, a causa dell’azione delle sue centrali a carbone. Secondo uno studio commissionato da Greenpeace stessa, i fumi delle centrali a carbone di Enel causerebbero nel nostro Paese una morte prematura al giorno e circa 1,8 miliardi di euro di danni l’anno.

C’è un’indagine aperta nei confronti del regista Mimmo Calopresti e lo sceneggiatore Manfredi Giffone, in seguito a una denuncia dell’azienda contro ignoti e la stessa pubblica una nota di difesa, in cui afferma "Enel riconosce il diritto di critica e anche di satira, ma si vede costretta a tutelare la propria reputazione di fronte a un’assurda accusa di strage premeditata e continuata per il rispetto dovuto alle oltre 75 mila persone che lavorano in Enel".

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.