VIDEO ERGO SUM

ComunicareilSociale.it è partner di questa interessantissima iniziativa che vi consigliamo di non perdere!

VIDEO ERGO SUM è un Laboratorio dal Basso dedicato al documentario d’indagine sociale,che si tiene a Bari dal 25 al 29 Novembre.Articolato in 4 giornate, il Laboratorio illustra ognuna delle fasi utili per chi intenda lavorare nell’ambito dell’intervento sociale attraverso il mezzo cinematografico, inteso come elemento di analisi antropologica, esperimento di coesione, processo di riabilitazione e opportunità formativa.

Il Laboratorio è organizzato dall’Associazione INUIT — produzioni per l’autorappresentazione.

È rivolto astudentifilmakerssemiologilinguistiantropologiprofessionisti delle relazioni di aiutooperatori del socialegiornalisti di inchiestama soprattutto a tutti quei giovani che intendano valorizzare le proprie competenze organizzative e imprenditoriali nella creazione di start-up del settore.

È un laboratorio gratuito e aperto a tutti — non è necessario iscriversi.

ContattiVideo Ergo Sum su facebookAssociazione Inuit su facebookassociazioneinuit@gmail.comVideo

Ergo SumVideo Ergo Sum è un laboratorio che si propone di formare professionisti del documentario d’indagine sociale, uno strumento utilizzabile sia negli ambiti di formazione, sia in quelli di produzione cinematografica.

L’offerta formativa

Ciò che costituisce l’originalità dell’esperienza formativa erogata è la particolare attenzione etica nei confronti di coloro che sono rappresentati – siano essi singoli o comunità: è il rispetto dell’immagine dell’Altro la caratteristica pregnante di chi investe la sua professionalità in azioni per il sociale. Durante le quattro giornate di laboratorio si illustrerà ognuna delle fasi utili per chi intenda lavorare nell’ambito dell’intervento sociale attraverso il mezzo cinematografico, quest’ultimo inteso come elemento di analisi antropologica, esperimento di coesione, processo di riabilitazione e opportunità formativa.

Lunedì 25 novembre

¬ Josè Gonzalez MorandiIl laboratorio partirà con la lezione del regista Josè Gonzáles Morandi, che affronterà il tema propedeutico alla nascita di qualsiasi documentario antropologico: l’indagine del contesto territoriale di riferimento. Morandi ci farà inoltre interrogare sulle questioni etiche che riguardano il filmmaker quando assiste a situazioni estreme, di svantaggio sociale e/o illegalità. Successivamente, verrà illustrato il metodo di progettazione di un laboratorio audiovisuale destinato a una comunità o minoranza (seguiremo casi-studio come un laboratorio per detenuti e uno per le “bande di strada”, tenutisi a Barcellona), le metodologie di crowdfunding per tali progetti e la messa in distribuzione dei documentari tra festival e webdocs.

Mercoledì 27 novembre

• Dagmawi YimerA raccontare una visione dall’interno del processo di formazione ci sarà Dagmawi Yimer – esempio di uno dei risultati più significativi dei workshop di videonarrazione organizzati dalle associazioni Asinitas e Zalab a Roma e testimone della concreta possibilità di fare regia “dal basso” a livelli professionali – ci racconterà la sua esperienza mostrandoci come l’investimento nell’attività audiovisuale possa costituire un’opportunità di espressione e riscatto sociale. I suoi film, diretti con Andrea Segre, sono voce e immagine collettiva dei migranti in rotta per l’Europa.

Giovedì 28 novembre / Venerdì 29 Novembre

Postcode Films (Ed Owles + Elhum Shakerifar)In ultimo Ed Owels e Elhum Shakerifar ci porteranno l’esperienza di Postcode Films, un collettivo londinese di cineasti e antropologi visuali i cui progetti, vincitori di numerosi premi e riconoscimenti, esplorano il rapporto tra i luoghi e le identità sociali; essi illustreranno il proprio particolare modello organizzativo e il loro metodo operativo nel settore formativo, creativo e commerciale. Questa sezione includerà approfondimenti specifici sulle attività di collaborazione con agenzie esterne, informazioni per il fundraising da enti internazionali, indicazioni per la direzione artistica dei progetti, esempi di casi-studio da utilizzare come strumento di ricerca in sociologia e antropologia.

Le conoscenze apprese

Sarà chiaro, a conclusione di Video Ergo Sum, come si organizza il modello di un workshop, come si crea il passaggio di competenze per la realizzazione del film e, infine, come si distribuisce il prodotto filmico a cui le comunità sono in grado di dar vita.I relatori del laboratorio, testimoni di un tipo di imprenditorialità che in Europa ormai rappresenta una realtà di mercato in continua espansione, dimostreranno con i loro interventi quanto sia facile e al tempo stesso possibile investire nel sociale attraverso un cinema collettivo sia come forma di cittadinanza attiva, sia per la promozione della partecipazione e dell’interculturalità. I partecipantiIl laboratorio è rivolto astudentifilmakerssemiologilinguistiantropologiprofessionisti delle relazioni di aiutooperatori del socialegiornalisti di inchiestama soprattutto a tutti quei giovani che intendano valorizzare le proprie competenze organizzative e imprenditoriali nella creazione di start-up del settore. I partecipanti a cui ci rivolgiamo sono persone che vogliono liberarsi dai tipici modi di interpretare la realtà e credono nella possibilità di fare impresa per la promozione sociale, realizzando prodotti filmici che nascano nel tessuto collettivo e siano funzionali alla partecipazione e all’evoluzione della cultura comune.

Tutte le info su http://videoergosum.tumblr.com/

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.