Vogliamo abbattere le barriere e diffondere consapevolezza riguardo l’islamofobia

A Toronto, per strada, Mustafa Mawla,  ha sostato con questo cartello: “Io sono un musulmano. Sono etichettato come terrorista. Mi fido di te. Ti fidi di me? Dammi un abbraccio”.

Si è trattato di un esperimento sociale per vedere come la gente avrebbe reagito e al quale i canadesi hanno risposto con grande favore.

Mustafa Mawla si è posizionato nella gremita Piazza Yonge-Dundas di Toronto con le braccia tese e sono stati in molti ad abbracciarlo.

Il video, su YouTube, col titolo: “Vogliamo abbattere le barriere e diffondere consapevolezza riguardo l’ islamofobia”, ha ricevuto in una settimana più di 770.000 visualizzazioni.

L’idea di registrare il video è stata di Assma Galuta, 24 anni, per il ‘Blind Trust Project’, con l’intenzione di “affrontare l’islamofobia che si sta diffondendo nel nord America e in Europa, mostrando come vengono fatti sentire i musulmani nel loro stesso Paese”.

“Bendato, chiunque poteva fargli del male o irritarsi per quello che faceva”, ha spiegato Assma Galuta. “Ed è stato molto toccante che le persone abbiano risposto in modo positivo, piuttosto che gridare oscenità islamofobiche”.

 

 

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.