We The Young People of Europe

26.6.2016 - 2.7.2016

Ci siamo ormai, Domenica 26 Giugno parte il progetto “We the Young People of Europe” finanziato nell’ambito del programma Erasmus plus, azione chiave 3. Il progetto ha l’obiettivo di creare uno spazio di confronto diretto tra i giovani europei e promuovere un’idea di cittadinanza europea partecipativa. Nello specifico il progetto è rivolto a 70 giovani, tra i 18 e i 30 anni e vuole incoraggiare l’acquisizione di capacità di collaborazione e problem solving, finalizzate alla creazione di una futura classe dirigente di leader europei, nazionali e regionali pronti a cooperare nella ricerca di soluzioni per le grandi sfide che attendono l’Europa in una situazione sociopolitica mondiale estremamente liquida e in società e zone geografiche sempre più interdipendenti, legando l’interesse per il raggiungimento di decisioni efficaci con l’attenzione che le stesse siano indirizzate ad un’autentica promozione umana di ogni cittadina e cittadino.

La metodologia che si intende utilizzare è quella di una “Simulazione di Parlamento Europeo”, ovvero “Parlamento Simulato”. Tale metodologia permette alle nuove generazioni la possibilità di cimentarsi nella risoluzione di problemi di rilevanza europea e internazionale proprio grazie al confronto tra argomentazioni, il rispetto delle opinioni, la condivisione delle peculiarità culturali, la comune ricerca di soluzioni tra i giovani cittadini europei coinvolti nel progetto.

I Paesi coinvolti nel progetto sono Regno Unito, Grecia, Polonia, Spagna e Italia. Ogni Partner selezionerà 12 giovani per un totale di 60 giovani più 2 accompagnatori a Paese. Ad ognuno dei giovani Eurodeputati sarà assegnata una nazionalità alternativa (per coprire tutte le nazioni dell’UE) per poi essere suddivisi in Gruppi Parlamentari multinazionali di diverso orientamento politico  e poi, durante la simulazione, nelle singole Commissioni Parlamentari chiamate a preparare le risoluzioni. Tra i molti temi importanti per il presente e il futuro dell’Unione Europea, si è deciso di stabilire le seguenti quattro Commissioni:

PROXY: Competente sulla frontiera esterna dell’UE e i rapporti di cooperazione tra UE e Nazioni Confinanti;

SOLID: Competente su diritti sociali dei cittadini europei e degli strumenti di solidarietà tra gli Stati Membri dell’UE;

NEXT: Competente su innovazione tecnologia e strategie di sviluppo culturale;

DEMO: Competente sulle riforme per rendere le istituzioni europee più democratiche e più diretto il rapporto Cittadino/UE.

Durante la sessioni di Parlamento Europeo ci saranno “audizioni di esperti”, scelti tra i decisori politici, personaggi rilevanti nel dibattito pubblico, funzionari,parlamentari e altri rappresentanti nazionali e locali, che saranno ascoltati dal Parlamento Simulato al fine di ricevere informazioni e orientamenti per il loro lavoro nelle Commissioni e la redazione finale di raccomandazioni.

 

Tutte le info sulla nostra pagina Fb https://www.facebook.com/wetheyoungpeopleofeurope/

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.