120 Battiti al minuto | Trailer Italiano

Il trailer del film il cui titolo fa riferimento ai 120 battiti al minuto della musica pop dei primi anni novanta, periodo storico in cui gli attivisti di Act Up-Paris, collettivo parigino, vogliono richiamare l’attenzione sui malati di AIDS contrastando una società convinta che ad ammalarsi potessero essere solo omosessuali e drogati.

“Benvenuti ad Act up. L’associazione è stata fondata nel 1989 sul modello di Act up New York. Act up è un’associazione nata all’interno della comunità omosessuale per difendere i diritti di chiunque abbia l’aids. Attenzione però: non è un’associazione di sostegno ai malati. È un gruppo di attivisti”.

Comincia così 120 battiti al minuto, il terzo lungometraggio del francese Robin Campillo, ambientato nella Parigi dei primissimi anni novanta, durante il secondo mandato del presidente socialista François Mitterrand.

Un film per tutti al di là delle appartenenze politiche e religiose, delle differenze generazionali e di orientamento sessuale, se però si è dalla parte non solo della libertà e del laicismo dello stato ma anche delle aspirazioni di tutti gli esseri umani a una pari dignità con gli altri.

Per una lettura completa della recensione di Francesco Boille “Il desiderio di vita in 120 battiti al minuto”: https://www.internazionale.it

120 Battiti al minuto | Trailer Italiano Ufficiale: il film per la regia di Robin Campillo vincitore del Grand Prix, oltre che del Premio Fipresci e della Queer Palm, all’ultimo Festival di Cannes.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.