50 anni dal ’68

L’iniziativa, ideata dall’attivista culturale Paola Bisconti, nasce dal desiderio di ricordare uno dei periodi storici più importanti del Novecento durante il quale i movimenti studenteschi così come quelli guidati dalle femministe hanno contribuito a svecchiare una società che si presentava contraddittoria e bigotta.

Mossi dalla domanda di Jurgen Habermas “E’ vero che le oasi dell’utopia sono state prosciugate?” proveremo a comprendere il nostro presente interrogandoci su quanto ci è rimasto in eredità da quel mitico 1968.

Siamo riusciti a tenere fede ai valori di rinnovamento ritenuti indispensabili per garantire la democrazia? Nutriamo ancora il desiderio di difendere i nostri diritti con una pacifica irruenza e una sana determinazione? Abbiamo dei sogni da realizzare? Crediamo con efficacia nel cambiamento?

Tenteremo quindi di riflettere su ciò che è stato sulla base di alcuni fatti storici ritenendoli la chiave di lettura del nostro presente.

A guidarci nelle riflessioni ci saranno Milena Carone, avvocata; Pina Nuzzo, Laboratorio Donnae e Serenella Molendini, Consigliera Nazionale di Parità.

Lo sguardo femminile sarà fondamentale per ricostruire gli eventi sotto l’aspetto letterario, artistico, sociale.

Attraverso alcuni momenti musicali, la proiezione di video e varie letture compiremo un viaggio nel passato lasciandoci contagiare da quell’entusiasmo autentico che ha animato un’intera generazione fiduciosi di riuscire a dissetare le oasi della nostra speranza.

Ingresso con tessera ARCI.

Circolo Arci Levèra
via Bellini 24 – Noha (Galatina)

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.