Addio ai rifiuti inutili. Le misure ecologiste di Amburgo

Basta piatti e posate di plastica, basta birra e acqua in bottiglie di plastica. Basta rifiuti inutili, insomma. Lo ha detto l’amministrazione della città di Amburgo attraverso un documento reso pubblico a fine gennaio con il nome «Guida agli appalti rinnovabili».

Il testo contiene regole generali e regole per l’assegnazione di bandi pubblici e, ad oggi, non ha eguali nel Paese che pure è spesso all’avanguardia in materia di ecologia. C’è anche il bando alle bottiglie di plastica, la fine delle cialdine per le macchine da caffè e l’uso di detergenti per pulire gli edifici pubblici privi di cloro o di deodoranti per ambiente inutilmente inquinanti. La città segue così le iniziative di Berlino e continua a perseguire la strada degli investimenti in materia di basso impatto ambientale.

Ci sono poi incentivi ai dipendenti dello Stato a non usare l’auto in città: abbonamenti ai mezzi pubblici e biciclette. La guida invita a verificare l’impatto ambientale delle acquisizioni “per tutto il ciclo vitale di un prodotto”.

Si calcola che il risparmio energetico e in minor gestione dei rifiuti compenserà i costi aggiuntivi affrontati nell’immediato.

Commenti

4 × cinque =