Associazione Bambinisenzasbarre Associazione Bambinisenzasbarre

Associazione Bambinisenzasbarre

Bambinisenzasbarre Onlus difende il diritto di essere bambini. È impegnata nella cura delle relazioni familiari durante la detenzione di uno o entrambi i genitori, nella tutela del diritto del bambino alla continuità del legame affettivo e nella sensibilizzazione della rete istituzionale e della società civile. Membro della direzione della rete europea Children of Prisoners Europe (ex Eurochips) con sede a Parigi. E’ presente in Italia da oltre 10 anni, con attività di formazione e di ricerca in collaborazione con le Università e il Ministero di Giustizia. E’ attiva in rete sul territorio nazionale con il modello di accoglienza Spazio Giallo. Opera direttamente a Milano e in Lombardia. Bambinisenzasbarre fa riferimento al sistema formativo dell’Ecole Relais Enfants Parents di Parigi, guidato dal professor Alain Bouregba. Il 21 marzo 2014 ha firmato con il Ministro della Giustizia, il Garante nazionale dell’Infanzia e dell’adolescenza, il Protocollo d’intesa, la prima Carta per i figli di genitori detenuti in Italia e in Europa.

Associazione Bambinisenzasbarre

Bambinisenzasbarre Onlus difende il diritto di essere bambini. È impegnata nella cura delle relazioni familiari durante la detenzione di uno o entrambi i genitori, nella tutela del diritto del bambino alla continuità del legame affettivo e nella sensibilizzazione della rete istituzionale e della società civile. Membro della direzione della rete europea Children of Prisoners Europe (ex Eurochips) con sede a Parigi. E’ presente in Italia da oltre 10 anni, con attività di formazione e di ricerca in collaborazione con le Università e il Ministero di Giustizia. E’ attiva in rete sul territorio nazionale con il modello di accoglienza Spazio Giallo. Opera direttamente a Milano e in Lombardia. Bambinisenzasbarre fa riferimento al sistema formativo dell’Ecole Relais Enfants Parents di Parigi, guidato dal professor Alain Bouregba. Il 21 marzo 2014 ha firmato con il Ministro della Giustizia, il Garante nazionale dell’Infanzia e dell’adolescenza, il Protocollo d’intesa, la prima Carta per i figli di genitori detenuti in Italia e in Europa.

Informazioni

Si chiamano “Spazi gialli” le aree interne al carcere ideate e promosse da Bambinisenzasbarre onlus, un’associazione che da tredici anni tutela i diritti dei minori con genitori detenuti. Si tratta di spazi all’interno dei penitenziari allestiti a misura di bambino, dove il minore è accompagnato psicologicamente e affettivamente prima e dopo…
Evidenza
Bambinisenzasbarre documenta, con uno spot di 30” di Cesare Cicardini e la voce di Lella Costa, la realtà dei 100mila bambini “invisibili”, senza colpa, ma destinati al pregiudizio, sono i figli dei genitori detenuti in Italia. Bambinisenzasbarre accoglie 10mila di questi bambini nei suo SPAZI GIALLI in tre carceri italiane. L’obiettivo…