“Chi è Bologna?” la mostra che racconta i migranti in città

La mostra fotografica “Chi è Bologna?” è visitabile fino al 26 novembre nel cortile d’onore di Palazzo D’Accursio. Ideata e realizzata dalla cooperativa sociale Arca di Noè e patrocinata dal Comune di Bologna.  Il progetto vuole dare voce a chi rimane nascosto nel suo silenzio e sfatare il pregiudizio che lo accompagna.

Dieci volti di uomini e donne in fuga dal proprio paese e ospiti per ilmomento in Italia nei centri di prima e seconda accoglienza per richiedenti asilo.  Provengono dall’Africa, dal Bangladesh e dal Pakistan e sono immortalati nelle immagini di Davide Montenovi e Margherita Dametti, alias il Maestro e Margherita. Due scatti per ognuno.  L’intento, quello di portare allo scoperto la vera natura di queste persone. Per ogni coppia di immagini, qualche breve frase con nome, età e Paese d’origine, più un paio di informazioni per raccontare aspirazioni e sogni, attitudini e competenze.

La risposta dei migranti coinvolti è stata ottima: “L’hanno vissuta come una forma di riscatto, per smettere di sentirsi fantasmi e ospiti in città, non cittadini fino in fondo” – sostiene Valentina Ladarola, curatrice e ideatrice della mostra che nel mese di gennaio sarà poi installata a Rocca dei Bentivoglio a Bazzano.

Commenti

1 × 1 =