Com’eri vestita? – Mostra itinerante su stupri e stereotipi

La mostra arriva in anteprima per l’italia centro meridionale da Milano, dove l’Ass. Libere sinergie ha replicato l’analoga iniziativa promossa da Jen BrocKman in Kansas.
Verranno esposti abiti riproducenti in modo fedele l’abbigliamento indossato da 17 donne vittime di violenze sessuali e stupri, di cui sono state raccolti i racconti del momento in cui hanno subito violenza. Chi visiterà la mostra potrà cogliere che si tratta di abiti comuni, assai distanti da qualunque idea di provocazione.
“Com’eri vestita?” è invece spesso una delle prime domande che si sente fare una donna vittima di stupro, un implicito sospetto di responsabilità.
Quello che si propone l’Università di Bari, che organizza la mostra su iniziativa del Comitato Unico di Garanzia, è mantenere viva l’attenzione accademica e politico – culturale su questi temi, anche con momenti di approfondimento e discussione sulle narrazioni ricorrenti intorno a stupri, abusi e molestie sessuali.

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.