Flussi Migratori Femminili e vissuti delle Donne

5.4.2018 - 17.5.2018

SEMINARIO FORMATIVO
FLUSSI MIGRATORI FEMMINILI E VISSUTI DELLE DONNE

L’associazione “Io Donna”, in partenariato con l’associazione “Mamadù e la cooperativa sociale “Solidarietà e Rinnovamento”, promuove il seminario formativo “Flussi migratori femminili e vissuti delle donne”, finanziato dal CSV-Poiesis di Brindisi.
Il seminario prevede cinque incontri della durata di tre ore ciascuno, dalle ore 17 alle ore 20, che si terranno in via Tor Pisana 98, a Brindisi.
Per l’iscrizione, gratuita, occorre rivolgersi all’associazione “Io Donna” telefonando allo 0831/522034, cell. 320/3253755, o scrivendo a iodonna.cav@libero.it.
Il seminario è rivolto a volontari/e, attivisti/e delle organizzazioni che operano con e a fianco dei/delle migranti, operatori/trici del terzo settore e dei servizi pubblici.

Ogni incontro sarà introdotto dalla proiezione di un filmato che documenterà le diverse sfaccettature della realtà migratoria femminile.
Il programma avrà il seguente svolgimento:

5 aprile 2018
Erminia Sabrina Rizzi
Operatrice legale Associazione Gruppo Lavoro Rifugiati, Bari e
socia A.S.G.I.
Raccontare la migrazione delle donne in un’ottica di genere
Le cause della migrazione, il viaggio, lo status giuridico e il sistema di accoglienza, alcune problematiche di genere: la salute, la violenza domestica, la maternità.

12 aprile 2018
Rosita Belinda Maglie
Ricercatrice in Lingua Inglese e Traduzione, Università di Bari Presa di parola e narrazioni autobiografiche delle donne migranti
Le storie narrate dalle donne sono raccolte in archivi e portali on-line (inter)nazionali. Da queste fonti possiamo conoscere i reali significati di parole quali “migrazione femminile”, ”inclusione”, “multiculturalismo” e “diversità”.

19 aprile 2018
Valeria Pecere
Sociologa e operatrice presso lo SPRAR di Ostuni
Una testimonianza di un servizio del territorio sull’esperienza
migratoria femminile.
Sarà riportata l’esperienza di lavoro e di accoglienza con le migranti nello SPRAR di Ostuni. Saranno focalizzati i punti di forza e le criticità del sistema di accoglienza in Italia in relazione ai bisogni delle donne.

10 maggio 2018
Ines Rielli
Femminista, Psicologa, Esperta di tratta, violenza e grave
sfruttamento
Con le donne: pensieri e pratiche femministe
Sulla base dell’esperienza dei Progetti “Libera”, con servizi antitratta attivi a Lecce fino al 2016, saranno affrontati i temi della tratta e dello sfruttamento sessuale delle donne. Evoluzione del fenomeno e indirizzi del Piano Nazionale Antitratta.

17 maggio 2018
Paola Zaccaria
Docente di culture letterarie e visuali, Università di Bari. Attivista
femminista
Prospettive e pratiche femministe su mobilità, diaspore, genere
Migrazione, mobilità, diaspora, esodo, esilio forzato o scelto, moltitudini in movimento. Si svilupperà una riflessione sulle peculiarità delle donne che emigrano e richiedono asilo da una prospettiva femminista e di genere.

Nel fenomeno migratorio la presenza delle donne è in costante crescita; in Puglia esse costituiscono il 52,6% dei residenti stranieri, percentuale conforme a quella nazionale. Le donne, però, sono portatrici di motivazioni e aspettative in parte differenti rispetto a quelle degli uomini.
Per tale ragione le organizzazioni partner avvertono il bisogno di approfondire la conoscenza dei flussi migratori femminili secondo un approccio di genere in relazione a: luoghi di provenienza, specificità del viaggio migratorio, aspettative rispetto al paese di approdo, opportunità per le donne di realizzare i propri progetti di vita.
Il seminario formativo si propone di decostruire stereotipi e pregiudizi nei confronti delle persone migranti; diffondere una lettura interculturale e di genere del fenomeno migratorio; far conoscere le forme di violenza, di sfruttamento sessuale e lavorativo che colpiscono le donne migranti e richiedenti asilo; estendere la conoscenza dei loro diritti, dei servizi e dei programmi offerti; rafforzare l’interazione tra il volontariato e il sistema dei servizi; contrastare il razzismo, il sessismo e la xenofobia.

Associazione “Io Donna”

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.